Chakra: un gioco da tavolo che armonizza le tue Energie – Recensione

Data di uscita
Ottobre 2019
Autore
Luka Krleza
Editore
3 Emme Games
Il nostro Punteggio
7.7
Lo puoi trovare su...

Non ho mai riflettuto troppo sul sentiero verso l’illuminazione, sulla meditazione o sull’importanza di riequilibrare i miei Chakra… fino al momento in cui ho conosciuto questo gioco da tavolo! “Alimenta, riequilibra e armonizza i tuoi Chakra immagazzinando l’energia positiva dell’universo e attenuando al contempo quella negativa.” Così si presenta questo titolo che profuma di filosofia orientale, di karma e di pace interiore. Ideato da un esperto di Reiki e Yoga, ci guiderà sulla via del riequilibrio energetico, ci permetterà di attenuare le energie negative e stimolerà l’armonizzazione dei nostri sette centri energetici.

Ma non dimentichiamoci dei punti vittoria!

(Prometto che d’ora in poi mi limiterò a parlare del gioco da tavolo, lasciando perdere le filosofie orientali: la mia ignoranza in materia potrebbe far imbufalire persino il Dalai Lama!)

Chakra – La Recensione del gioco da tavolo

Chakra è un gioco da tavolo di Luka Krleza edito in Italia da 3 Emme Games. Le illustrazioni sono di Claire Conan, delicate e piacevoli. Si ascrive nella categoria dei titoli astratti, pur avendo una tematica ben chiara ed in qualche modo legata alle meccaniche.

Si può giocare da 2 a 4 giocatori e la durata è indicata in circa 30 minuti (ma è senz’altro direttamente proporzionale al numero dei giocatori al tavolo). Pur semplice nelle regole, richiede una buona dose di strategia e pianificazione per realizzare lo scopo del gioco nel minor numero possibile di turni: infatti terminare la partita più velocemente degli altri sarà un ottimo viatico (non certo, ma sicuramente propedeutico) per la vittoria.

Chakra: cosa troviamo nella scatola del gioco a tavolo

La scatola di questo titolo è di dimensioni abbastanza ridotte (20x20x6 cm), quindi piuttosto comoda da portare con sé nei propri spostamenti, ma non povera di contenuto. Essa contiene:

  • 4 tabelloni individuali da assemblare
  • 1 tabellone comune “Fiore di Loto”
  • 1 borsa Universo
  • 96 gemme d’Energia
  • 20 gettoni Ispirazione
  • 8 gettoni Completezza
  • 28 gettoni Meditazione
  • 1 gettone Primo Giocatore
  • Il regolamento

Il materiale è piuttosto buono e dona un piacevole feeling al tavolo da gioco, con la possibile eccezione del sacchetto Universo: il tessuto è veramente leggero e rischia di scucirsi col tempo.

Al contrario tutto il resto del materiale è di buona produzione: tutti i segnalini e le gemme sono semplici da maneggiare e spostare durante la partita. Abbiamo trovato ottimi i tabelloni individuali: sono divisi in due parti e vanno assemblati per poter giocare. Questo ha permesso di mantenere una scatola ridotta in dimensioni ma di poter comunque contare su di un tabellone individuale di dimensioni abbastanza generose.

Di nuovo una menzione d’onore al comparto grafico realizzato da Claire Conan: le 4 fanciulle impresse sui tabelloni, le illustrazioni sulla scatola e il tabellone comune aiutano davvero ad entrare nel giusto ordine di idee “illuminate” che questo titolo ispira.

Un accenno su come si gioca al gioco da tavolo Chakra

L’obiettivo in questo titolo è quello di convogliare le energie positive verso i rispettivi Chakra, “attenuando” al contempo le energie negative facendogli attraversare tutto il corpo fino a terra. Vi sono poi due punti bonus per i giocatori (o il giocatore) che a fine partita è riuscito ad armonizzare il maggior numero di Chakra consecutivi a partire dal basso.

Ma non tutti i Chakra hanno lo stesso valore: questo è infatti casuale e determinato in fase di setup dal posizionamento di 7 segnalini sui rispettivi colori nello spazio Karma sul tabellone Fiore di Loto. Conoscere questi valori ed agire di conseguenza è uno dei punti cardine per vincere a questo gioco da tavolo.

Le azioni possibili per ogni turno, ed alternative, sono:

  • Ricevere Energia: Prendiamo 1,2 0 3 Energie dalla stessa fila del pool comune sul tabellone Fiore di Loto, ma mai due dello stesso colore. Se decidiamo di ricevere Energia da un flusso che contiene anche Energia negativa (di colore nero) siamo obbligati a prendere anche quella. La piazziamo poi sul tabellone personale.
  • Far Fluire Energia: Scegliamo una delle 8 possibili azioni di movimento cercando di far Fluire le diverse tipologie di Energia al relativo Chakra, cercando anche di attenuare le Energie negative. Per fare questo dobbiamo piazzare sul corrispondente spazio un segnalino Ispirazione.
  • Meditare: Si recuperano i segnalini Ispirazione spesi, e si guadagna il diritto di conoscere il valore in termini di punti vittoria finali di un Chakra di nostra scelta. …Ommm…

Il primo giocatore ad armonizzare (riempire con Energie del colore esatto) 5 Chakra dà il la all’ultimo turno di gioco.

Astratto, sì. Anche se…

Ai miei occhi di ignorante in materia, questo titolo sembra tematizzato in maniera straordinariamente buona considerando che è indicato come un astratto.

Prendiamo, per confronto, uno dei giochi da tavolo nella stessa categoria di maggior successo degli ultimi anni: Azul. Senz’altro un ottimo titolo, ma le cui meccaniche sono piuttosto slegate dal tema datogli dall’autore Micheal Kiesling: non si ha più di tanto la sensazione di star costruendo un Azulejo, il tipico ornamento dell’architettura portoghese.

In Chakra, al contrario, tutto rimanda davvero alla filosofia di riferimento.

L’Universo ci dona delle Energie che noi possiamo ricevere ma senza avere completamente la possibilità di sceglierle (dovendo anche talvolta ricevere Energie Negative); possiamo comunque andare ad attenuare gli effetti di dette Energie negative, e trarne giovamento.

Ci costa sforzo far fluire attraverso i nostri centri energetici le Energie, sforzo che dev’essere sempre supportato dalla meditazione. Quest’ultima ci permette anche di accettare gli eventi che il karma ha previsto per noi.

Mettere le cose al proprio posto

Prezzo: EUR 21,43

Avete presente la sensazione che vi pervade dopo aver riordinato una stanza, il profumo dell’aria di montagna, il primo giorno di vacanza? Il gioco da tavolo Chakra cerca, con buon successo a nostro giudizio, di richiamare questo genere di sentimenti.

Lo fa prima di tutto dall‘impatto visivo: a metà partita il vostro tabellone personale sarà un miscuglio di colori disordinati ed incoerenti. Ma man mano che si procede, le cose andranno lentamente al loro posto. Alla fine della partita avrete almeno 3 o 4 Chakra armonizzati, ed altri sulla buona strada per esserlo. È difficile descriverlo senza avere sottomano il gioco, non possiamo che chiedervi di fidarvi: l’effetto cromatico è sorprendente.

Ogni Chakra armonizzato potrà essere “saltato” nei movimenti successivi, semplificando man mano i movimenti, ed anche questo può essere coerente con la filosofia di riferimento: l’equilibrio in certi ambiti della vita aiuta a trovare ulteriore equilibrio.

Infine, una piccola curiosità: sul regolamento sono indicati vari stadi di Completezza che si possono raggiungere in base al nostro punteggio finale: maggiori saranno i nostri Chakra armonizzati e le Energie Negative attenuate, più vicini ci troveremo all’Illuminazione.

Le nostre conclusioni sul gioco da tavolo Chakra

Il gioco edito da 3 Emme Games si è rivelato davvero un titolo molto carino. Le meccaniche sono piuttosto semplici e facili da spiegare, ma ben quadrate e funzionanti. La durata è di circa 10 minuti a giocatore, forse anche meno dopo qualche partita.

L’interazione tra giocatori è quasi zero, e l’unico aspetto dove i giocatori possono provare a mettersi i bastoni tra le ruote l’un l’altro è il pool comune delle energie. Ma anche qui parliamo veramente di un interazione (indiretta) minima. Questo naturalmente non è mai un difetto, solo un altro aspetto che può piacere o meno, come del resto la tematica stessa.

Quest’ultima si sente parecchio considerando che il gioco è un astratto, e ciò potrà probabilmente destare l’interesse delle persone legate alle filosofie orientali. Per questo potrebbe davvero anche essere un ottimo regalo a coloro che sono interessati ai centri energetici del corpo.

Nel caso foste interessati, lo potete trovare A QUESTO INDIRIZZO.

...Ommm... Ommm... Ommm...
Una tematica davvero particolare per questo gioco da tavolo, delle meccaniche che funzionano, rapido da imparare e piacevole alla vista. Cosa aspettate ad armonizzare le vostre Energie?
Pro
Illustrazioni e grafica piacevoli e coerenti con l'originale tema. Impatto visivo davvero azzeccato
Sotto l'aspetto estetico ci sono meccaniche solide che girano bene
Semplice da spiegare ma non banale nel suo svolgimento
Contro
Il sacchetto Universo è al di sotto della qualità degli altri componenti
Può non essere un difetto per alcuni ma, se cercate interazione tra giocatori, non è il vostro titolo
7.7
Voto Finale
Acquista su...
Leggiamo altro?
dividi et impera
Dividi et Impera, al via la campagna Kickstarter