Il prequel di Hunger Games ha finalmente un titolo

Hunger Games

Il prequel di Hunger Games scritto da Suzanne Collins, già autrice dell’omonima trilogia letteraria che ha ispirato la fortunata saga cinematografica, ha finalmente un titolo.

È stato svelato il titolo del prequel di Hunger Games, il nuovo romanzo di Suzanne Collins che si mostra anche con la copertina

Come annunciato nel corso della trasmissione Good Morning America, il romanzo edito da Scholastic si chiamerà The Ballad of Songbirds and Snakes e sarà appunto la storia che farà da prequel alla saga distopico-fantascientifica che ha introdotto i fan nell’universo immaginario di Panem con il tre libri Hunger Games (2008), La ragazza di fuoco (2009) e Il canto della rivolta (2010).

In uscita nelle librerie USA il 19 maggio 2020, il romanzo si è anche svelato con la sua copertina che vede una ghiandaia imitatrice appollaiata su di un ramo dove è avvinghiato anche un serpente.

Ambientato 64 anni prima degli eventi del primo libro di Hunger Games, che con la sua trasposizione cinematografica ci ha fatto conoscere l’impavida Katniss Everdeen (interpretata da Jennifer Lawrence), il prequel descriverà in dettaglio gli eventi che ruotano attorno alla decima edizione degli Hunger Games.

Una storia sulla natura degli esseri umani che diventerà un nuovo film

La Collins ci porterà dunque a conoscere il periodo successivo alla guerra che ha riportato l’umanità a una condizione di esistenza precaria, schiavitù e continua lotta per la sopravvivenza, come svelato dalla stessa autrice:

Con questo libro ho voluto esplorare la natura più profonda di noi esseri umani, chi siamo e ciò che percepiamo come necessario per la nostra sopravvivenza sulla Terra.

I fatti del romanzo prequel si svolgeranno nel periodo comunemente noto come Dark Days (i giorni bui), coincidenti con il periodo successivo di una rivolta fallita a Panem.

Sembra che la Lionsgate abbia già opzionato il libro per un film, come rivelato dalle parole di Joe Drake, presidente del Lionsgate Motion Picture Group:

“Abbiamo discusso con lei durante il processo di scrittura e non vediamo l’ora di continuare a lavorare a stretto contatto con lei per il film.

Cosa ne pensate? Avete letto i romanzi? Fatecelo sapere con un commento qui sotto!

Leggiamo altro?
Tokusatsu
Tokusatsu: esce il libro dedicato alla storia dei telefilm giapponesi con effetti speciali