I robottoni regalano piacere con gli “stimolatori” di Mazinga e Getta Robot

Se la vostra passione per i robottoni degli anni ’80 è così forte da portarvi all’estasi quando rivedete anime come Mazinga, Goldrake e Jeeg robot, oppure semplicemente quando riascoltate le sigle dei cartoni animati con protagonisti gli eroi d’acciaio creati da Go Nagai, allora è il momento di chiedervi se questo trasporto non debba toccare nuove vette di piacere.

Tenga presenta la linea di accessori per l’autoerotismo ispirati ai robottoni di Go Nagai come Mazinga Z e Getta Robot

Il verbo toccare non è affatto usato a caso perché, se siete abbastanza grandi per essere un fan di Mazinga Z, allora siete altrettanto maturi da fare ciò che vi pare con il vostro corpo, anche infilare il vostro gingillo in un sexy e avvolgente Pugno a Razzo, o “Rocketto panci” come pronunciato nella indimenticabile sigla di Ichiro Mizuki.

Tenga, azienda giapponese che produce accessori per la masturbazione, ha lanciato una linea di quelli che potremmo definire “gadget per l’autoerotismo” ispirata proprio ai mecha di Go Nagai e in particolare a Mazinga Z e Getta Robot e dedicata a tutti quei fan delle pugnette perforanti!

Ovviamente, come è possibile vedere dalle foto di questi particolarissimi accessori per la solitaria ricerca del piacere, non bisognerà utilizzare le figure trasformabili di Mazinga e Getta Robot perché sono solo di “corredo” al pugno vero e proprio dove si dorvrà infilare “voi sapete cosa” e sognare, magari, un incontro piccante con i personaggi degli anime come Sayaka Yumi di Mazinga (figlia del direttore del Laboratorio per l’Energia Fotonica) oppure Michiru Saotome di Getta Robot.

A ogni modo, siccome da Pugno a Razzo a C…o nel Pugno è un attimo, è già possibile ordinare qui, direttamente dal Giappone, sia le figure che il set completo dell’accessorio principale che potrebbe regalarvi momenti di vero piacere robotico!

Mazinga fuori!… e state ben certi che non sarà un robot a uscire!

Leggiamo altro?
Fan di Lupin III rapina un negozio usando la stessa pistola del ladro gentiluomo