Ragazza muore tentando di raggiungere il bus di Into The Wild

bus di Into The Wild

Veramika Maikamava, 24enne una bielorussa, ha perso la vitàa giovedì scorso in Alaska mentre cercava di raggiungere il famoso Magic Bus di Christopher McCandless, alias Alexander Supertramp, il viaggiatore statunitense la cui tragica storia narrata nel libro Nelle terre estreme ispirò il celebre film di Sean Penn Into the Wild.

Una ragazza 24enne è morta travolta dalle acque di un fiume in piana mentre cercava di raggiungere il famoso Magic Bus di Into The Wild

La ragazza, che si era da poco sposata ed era in viaggio con suo marito, è stata travolta dalle acqua del fiume Teklanika durante un’escursione per raggiungere l’autobus 142, il rottame abbandonato nelle foreste dell’Alaska che fu la casa di McCandlesse per quasi 4 mesi, prima che il ragazzo, stremato dalla fame e dagli stenti e (probabilmente) dopo aver accidentalmente ingerito i frutti di una pianta velenosa, morì nel 1992.

Veramika ha subito una fine altrettanto tragica dato che è stata trascinata dalla corrente del fiume, ingrossatosi a causa delle piogge, con la ragazza che è stata letteralmente inghiottita dai flutti mentre il marito ha inutilmente cercato di salvarla.

Stando a quanto riferito dalle autorità della zona, non si tratta del primo incidente più o meno grave avvenuto lungo lo Stampede Trail, il sentiero che porta al Magic Bus.

Ken Marsh, portavoce dell’Alaska State Trooper, ha ribadito come la regione offra delle attrattive ineguagliabili che offrono esperienze uniche, ma che tutto va vissuto prestando sempre la massima attenzione a tutti i pericoli che una terra selvaggia come l’Alaska può riservare:

Gli spazi aperti in Alaska sono grandi e spietati. Ci sono fattori meteorologici di cui le persone devono tener conto, così come tutto ciò che concerne le condizioni geografiche, lo stato dei fiumi e la fauna selvatica.

Vogliamo che le persone escano e si godano i grandi spazi aperti che l’Alaska ha da offrire, ma tutti devono essere preparati e consapevoli anche dei propri limiti.

Se quel fiume è in piena e la corrente troppo veloce è facile rischiare la vita.

Fonte: Deadspin

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed
Leggiamo altro?
Un gioco per NES mai pubblicato ha visto la luce dopo 30 anni!