Nintendo: ecco cosa pensa Shuntaro Furukawa della censura nei videogiochi

nintendo

Nel corso di un incontro finanziario, il presidente di Nintendo ha ribadito la posizione della casa di Kyoto sulla spinosa questione della censura all’interno dei videogiochi.

Furukawa non ha intenzione di censurare i propri titoli, a differenza di quanto fatto da altre aziende. Ecco il pensiero di Nintendo quando si parla di censura

Secondo quanto dichiarato da Shuntaro Furukawa, presidente di Nintendo, nel corso del 79esimo incontro degli azionisti, applicare delle censure indipendentemente dal giudizio delle compagnie di rating, come la giapponese CERO, similmente a quanto fatto da aziende come Sony, rappresenterebbe un limite all’imparzialità e alla diversità nel mondo videoludico:

Nintendo, così come le terze parti con i loro software, richiede sempre un parere oggettivo alle organizzazioni di rating prima del rilascio. Se le compagnie decidessero arbitrariamente, la diversità e l’imparzialità nei videogiochi risulterebbe fortemente inibita. Noi forniamo un sistema di parental control che può essere usato per applicare questo tipo di filtri.

In sostanza, la casa di Kyoto non sembra intenzionata a porre particolari restrtizioni ai propri contenuti, a meno che la richiesta non arrivi direttamente dalle già citate compagnie di rating. Altre aziende seguiranno il suo esempio?

Cosa ne pensate? Siete d’accordo con la posizione di Nintendo in tema di censura? Fatecelo sapere con un commento qui sotto!

Fonte: NintendoLife

Leggiamo altro?
The Lord Of The Rings: Adventure Card Game
The Lord of The Rings: Adventure Card Game arriverà anche su console