Ezra Miller tornerà nei panni di Flash “lentamente”, solo dopo Animali Fantastici 3

Ezra miller The Flash

Sembra che, ironicamente, il ritorno di Ezra Miller nei panni di Flash sarà una corsa lenta e faticosa.

Il film sul supereroe più veloce di casa DC ha attraversato momenti difficili sin dal suo annuncio, avvenuto ormai nel lontano 2014, e, ora, dopo alcuni cambi di sceneggiatori e registi, anche il mondo magico di J.K. Rowling sembra essersi messo di mezzo.

The Flash potrebbe non vedere la luce prima del 2022. Ezra Miller sarà troppo impegnato con Animali Fantastici 3 per togliere la polvere dal suo costume rosso

Per chi non lo sapesse, oltre ad interpretare Flash, Ezra Miller riveste infatti un ruolo importante nella saga di Animali Fantastici, che, dopo il secondo capitolo del franchise, Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald, è chiaro sia diventato ancora più centrale per tutta la (misteriosa) storia che ruota attorno a Newt Scamander (Eddie Redmayne) e Credence Barebone (Ezra Miller, appunto).

Stando a quanto riportato da Variety, l’attore non tornerà a vestire la tuta rossa aderente di Flash prima di aver terminato i suoi impegni con Animali Fantastici 3 che, come sappiamo, ha subito uno slittamento temporale considerevole a causa del poco convincente secondo film della saga.

La data fissata per la sua uscita è ora infatti quella del 12 novembre 2021 che, considerata l’abitudine della Warner di far uscire due cinecomic DC all’anno, porterebbe il film di Flash da qualche parte tra il 2022 e il 2023. Joker arriverà infatti in ottobre, Birds of Prey e Wonder Woman 1984 saranno nei cinema nel 2020 e The Batman e The Suicide Squad seguiranno nel 2021. Questo sempre che la Warner non decida di velocizzare i tempi per Animali Fantastici 4, il penultimo film del franchise in programma per il ben più remunerativo Wizarding World.

Leggiamo altro?
bird of prey
Birds of Prey si mostra con il primo poster ufficiale