Nana - Reloaded Edition

Nana – Reloaded Edition: torna il manga che ha fatto sognare intere generazioni

Da oggi Planet Manga, la divisione di Panini Comics dedicata al fumetto giapponese, pubblicherà il primo volume di Nana – Reloaded Edition, la riedizione del celebre manga josei opera di Ai Yazawa (autrice anche di “Paradise Kiss”) che ha anche ispirato l’anime trasmesso da MTV e ben due film live action.

Nana – Reloaded Edition, la riedizione del celebre manga josei opera di Ai Yazawa, torna dal 9 maggio grazie a Planet Manga

Il titolo ha esordito nel 2000 sulle pagine della rivista nipponica Cookie, venendo serializzato da Shueisha fino al giugno 2009.

Nel 2002 si è aggiudicato il prestigioso premio Shogakugan per la categoria Shojo, i manga per ragazze, e nello stesso anno inizia la prima pubblicazione italiana della testata con Planet Manga.

Nana - Reloaded Edition

Trama e dettagli di Nana

Il manga segue le vicende due ragazze ventenni, Nana Komatsu e Nana Osaki, che si conoscono sul treno che le sta portando a Tokyo, città nella quale stanno entrambe per trasferirsi, anche se per motivi diversi.

Separate alla stazione, si incontreranno successivamente in maniera casuale in un appartamento che tutte e due hanno intenzione di affittare: decideranno di essere coinquiline e di dividere insieme la vita quotidiana.

“Nana” in giapponese significa “sette”. Un numero fortunato. Nana Osaki e Nana Komatsu dovranno tuttavia costruirsi da sole la loro fortuna: per riuscirci occorrerà sfuggire alle lusinghe della capitale nipponica.

Dall’originale manga nipponico è stata prodotta una successiva serie anime diretta da Morio Asaka e trasmessa dalla Nippon Television fra il 2006 ed il 2007.

La serie è stata trasmessa in Italia su MTV fra il 2007 ed il 2008.

Dal fumetto sono stati anche tratti due film, Nana (2005) e Nana 2 (2006), entrambi su soggetto di Ai Yazawa e per la regia di Kentaro Otani chehanno avuto un notevole successo nel mercato giapponese, occupando entrambi per diverse settimane un posto nella “hit parade” fra gli incassi ai botteghini, totalizzando oltre trentatré milioni di dollari al box office.

L’autrice

Ai Yazawa è nata nel 1967 nel dipartimento di Hyôgo, in Giappone. “Ai” è il suo vero nome; “Yazawa” l’ha scelto in omaggio a un popolare cantante rock giapponese, Eikichi Yazawa.

Debutta come autrice di manga nel 1985, mentre frequenta l’ultimo anno di liceo, pubblicando sul magazine per ragazze Ribon della casa editrice Shueisha una storia dal titolo Ano natsu (“quell’estate”).

Oltre al fumetto nutre una grande passione per la moda e appena diciottenne entra in una scuola di fashion design. Pur abbandonandola presto, è un’esperienza che la segna, come traspare dalla cura e dalla dedizione con le quali decora l’abbigliamento dei suoi personaggi, e costituisce un fertile terreno per le storie che crea.

Ai Yazawa resta un’assidua lettrice di riviste di moda e una fervente ammiratrice dei lavori dei grandi stilisti, in particolare di Vivienne Westwood.

Nel 2000 viene pubblicata la sua serie più famosa, Nana, che la consacra al successo internazionale.

L’artista ha dovuto interrompere l’opera nel 2009 a causa di problemi di salute.

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed
Leggiamo altro?
phasma
Phasma: il passato del temibile Capitano del Primo Ordine – Recensione