Mortal Kombat 11: più botte per tutti nel video di presentazione dei personaggi

mortal kombat 11

Mortal Kombat 11, il nuovo picchiaduro di NetherRealm Studios ed ennesima incarnazione del celebre franchise videoludico rivela, con un trailer, l’intero roaster di combattenti che avremo a disposizione per continuare a darle (e prenderle) di santa ragione.

Un video ci permette di ammirare le intro di tutti i personaggi di Mortal Kombat 11

Il video, visibile qui di seguito, offre una prima occhiata ai personaggi protagonisti del gioco che vengono svelati con delle intro ad hoc, confermando il ritorno di volti noti e anche di qualche new entry a sorpresa.

Alcuni dei membri del roster come Sub-Zero, Scorpion, Raiden e Sonya Blade,che sono stati presenti fin dall’inizio del franchise, ritorneranno protagonisti insieme a miti come Baraka e Skarlet, assenti nel precedete capitolo.

Due nuovi personaggi, Geras e Kronika, faranno invece il loro debutto assoluto con Mortal Kombat 11.

Geras combatterà usando l’abilità di “controllo del tempo” evocando manufatti di pietra e sabbia in battaglia, e può usare i suoi poteri per teletrasportarsi e intrappolare i suoi nemici.

Può anche fermarsi e riavvolgere il tempo, tenendo i nemici bloccati sul posto mentre li colpisce con pugni di pietra.

Kronika, ai cui ordini ha proprio Geras, è stata costretta ad intervenire quando Raiden altera la linea temporale uccidendo Shinnok in Mortal Kombat X.

Il fatto che abbia una certa importanza narrativa è una probabile conferma che sarà un personaggio giocabile.

Mortal Kombat 11 debutterà su PlayStation 4, Xbox One, PC e Nintendo Switch il 23 aprile 2019 con le edizioni Standard, Premium e Kollector’s.

La closed Beta del gioco sarà disponibile solo su PS4 4 e Xbox One a partire dal prossimo 28 marzo.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere con un commento qui sotto!

Fonte: Polygon

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed
Leggiamo altro?
metro exodus cover
Dimitry Glukhovsky ci ripensa? Metro Exodus non sarà l’ultimo capitolo della saga