L’Uomo Ragno giapponese e Leopardon potrebbero apparire nel sequel di Spider-Man: Un nuovo universo

Il successo di Spider-Man: Un nuovo universo, il film Sony che ha conquistato critica e pubblico con recensioni entusiaste di questo colorato multiverso con personaggi splendidamente caratterizzati, ha aperto alla concreta possibilità di un sequel che si concentrerà sul rapporto tra Miles Morale e Spider-Gwen.

Il sequel di Spider-Man: Un nuovo universo potrebbe vedere la presenza de l’Uomo Ragno giapponese e il robot Leopardon

Il prossimo film animato degli Spider-Man alternativi però potrebbe vedere la presenza di nuovi e simpatici personaggi provenienti dal Sol Levante: l’Uomo Ragno giapponese e il robot Leopardon, protagonisti di una serie TV tokusatsu live-action prodotta da Toei Animation.

All’indomani del debutto nelle sale cinematografiche di Spider-Man: Un nuovo universo, molti fan hanno cominciato a invadere i social media con la richiesta di vedere proprio Leopardon nel sequel.

La cosa è diventata subito virale tanto che Phil Lord (sceneggiatore e produttore del film) ha promesso di inserire lo Spider-Man giapponese e il suo robot nel prossimo film se Un nuovo universo dovesse superare i 200 milioni di dollari di incasso sul mercato USA.

Siamo quasi sicuri che la promessa verrà mantenuta anche perché, al momento, il film Sony ha superato già i 100 milioni di dollari di incasso nelle sale a stelle e strisce, cosa che aprirò quindi alla possibilità di vedere un mecha gigante trasformabile combattere contro i cattivi a fianco dei vari tessiragnatela.

Sinossi di Spider-Man (Supaidaman) serie TV

Per contrastare il malvagio professor Monster, capo dell’armata Evil Cross, il giovane motociclista Takuya Yamashiro si trasforma in un eroe dotato di un costume quasi identico a quello dello Spider-Man Marvel.

L’Uomo Ragno giapponese, però, questa volta, avrà a sua disposizione il robot gigante Leopardon e una macchina volante super attrezzata.

Voi cosa ne pensate? Conoscevate Leopardon? Fatecelo sapere con un commento qui sotto.

Fonte: Geektyrant

Potrebbe piacerti anche
Commenti
Caricamento...