Kanako Date, Miss World Japan 2018, è la discendente di un famoso samurai giapponese

Qualche giorno fa avevamo parlato della concorrente giapponese di Miss Universo che si presenterà sul palco della finale vestita da Sailor Moon ma, a quanto pare, le ragazze nipponiche che partecipano a vari concorsi di bellezza non hanno smesso di sorprenderci.

Questa volta tocca alla bellissima Kanako Date, concorrente di Miss World Japan 2018, far parlare di sé per qualcosa che va oltre le sue incantevoli qualità estetiche e un talento da cantante lirica davvero cristallino.

La modella Kanako Date ha un lignaggio d’eccezione che arriva fino alla metà del 1550. Scopriamo con chi è imparentata.

Nativa di Tokyo, Kanako Date ha un nome che ai più non dice nulla ma che potrebbe suonare familiare agli appassionati di storia giapponese, dato che la ragazza è una discendente di Masamune Date, famoso daymo giapponese, signore del clan dei samurai durante l’epoca feudale giapponese del Sengoku e fondatore della città di Sendai.

Eccezionale tattico militare, soprannominato dokuganryū (il drago da un occhi solo), dopo aver perso un occhi da bambino a causa del vaiolo, Masamune governò proprio l’area dell’odierna Sendai, nella prefettura di Miyagi, fino alla sua morte avvenuta nel 1636.

Data la sua discendenza aristocratica, non è così sorprendente che Kanako abbia un aspetto regale quando veste abiti tradizionali giapponesi oppure quando impugna delle armi tradizionali giapponesi.

La ventiduenne dall’alto lignaggio annovera passioni come la danza giapponese, il tiro con l’arco e lo studio del koto (uno strumento a corda giapponese).

Tuttavia, gli interessi e le ambizioni di Kanako vanno oltre i confini della sua terra natale: parla più lingue, tra cui inglese, francese, tedesco, spagnolo e coreano, e ha anche studiato in Cina.

Attualmente studentessa al quarto anno di giurisprudenza presso la prestigiosa Keio University, in futuro spera di lavorare per un’organizzazione internazionale, e si adopera anche in attività di beneficenza con la World Vision.

Anche i suoi interessi culturali hanno un elemento internazionale, dato che la giovane è anche una cantante d’opera di grande talento, come ci si può rendere conto dal video qui sotto.

Durante le finali di Miss World di quest’anno, Kanako ha scelto di cantare l’aria “Vissi d’arte” dalla Tosca di Giacomo Puccini, e la sua esibizione ha entusiasmato i giudici al punto che è stata premiata col primo posto nella sezione riferita al talento, un’impresa che nessun concorrente giapponese ha mai raggiunto dopo la prima edizione del concorso nel 1951 .

A causa della natura del concorso, la vincitrice generale non sarà scelta tra i 118 partecipanti prima dell’8 dicembre, ma indipendentemente da come andrà, Kanako è già riuscita a far parlare di sé per il suo incredibile talento che va di pari passo con le sue nobili origini che affondano le radici nella storia del Giappone.

Fonte: soranews24

Potrebbe piacerti anche