Libri nerd: i consigli per le novità editoriali in uscita a novembre

Anche questo mese non poteva mancare la nostra guida ai migliori libri nerd in uscita nel corso del mese che è appena iniziato.

Il tempo giusto per leggere sotto le coperte è ormai arrivato e con l’avvicinarsi di dicembre e, del Natale, le case editrici stanno infatti pubblicando sempre più titoli.

I consigli per i più interessanti libri nerd in uscita a novembre 2018 in tutte le librerie

Novembre vedrà la pubblicazione di un titolo che gli appassionati di George R.R. Martin aspettavano da molto tempo: Fuoco e sangue.

Il volume si inserisce nella scia dell’ormai celebre saga Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. Fuoco e Sangue è il primo di due volumi dedicati alla storia di Casa Targaryen, una vicenda ambientata secoli prima de Il Trono di Spade e che uscirà ufficialmente in Italia il 20 novembre.

Continuando a parlare di titoli molto attesi, avrete già sentito nominare Macchine mortali. Ebbene, il titolo ormai in voga per l’imminente nuovo film prodotto da Peter Jackson è tratto dalla serie di romanzi di Philip Reeve.

In occasione dell’uscita nelle sale cinematografiche del film prevista per il 13 dicembre, il libro Macchine mortali uscirà a novembre in una nuova veste, edito da Mondadori.

Mondadori cura anche una sontuosa nuova edizione di un volume dedicato a H. G. Wells, ossia La fanta-scienza di H. G. Wells: La macchina del tempo – L’isola del dottor Moreau – L’uomo invisibile – La guerra dei mondi – I primi uomini sulla luna. Si tratta di una raccolta delle opere narrative di uno dei più importanti e famosi scrittori di fantascienza, un vero e proprio classico non solo del genere fantascientifico.

Parlando di classici, citiamo una nuova uscita che parla del genio senza tempo di J.R.R. Tolkien.

Non si tratta di una nuova edizione (ancora molti fan staranno leggendo l’ultima uscita Bompiani, La Caduta di Gondolin), ma di uno studio condotto da Roberta Tosi dal titolo: L’arte di Tolkien. Colori, visioni e suggestioni dal creatore della Terra di Mezzo. Non se ne ha mai abbastanza di nuove scoperte intorno al fantastico mondo creato dalla penna di Tolkien e infatti non vedo l’ora di sfogliare questo libro!

Ultimo ma non ultimo, segnalo una nuova pubblicazione targata Luis Sepúlveda, autore di diversi libri sul modello fiabesco come Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare. Per novembre è prevista l’uscita del nuovo Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa. Sicuramente ci aspetta una nuova storia ricca di fascino e magia!

Scopriamo nel dettaglio i nuovi libri nerd in uscita per il mese di novembre.

Fuoco e sangue

Secoli prima degli eventi de Il Trono di Spade, Casa Targaryen – l’unica famiglia di signori dei draghi a sopravvivere al Disastro di Valyria – si stabilì a Roccia del Drago.

Con Fuoco e Sangue ha così inizio la loro storia sotto il leggendario Aegon il Conquistatore, creatore del Trono di Spade, per proseguire narrando le generazioni di Targaryen che hanno combattuto per difendere quell’iconico scranno, fino alla guerra civile che quasi dilaniò per sempre la loro dinastia. In questo avvincente primo volume della loro storia, narrata dalla penna d’un antico maestro della Cittadella, finalmente i frammenti e gli accenni che riecheggiavano nel ciclo epico Il Trono di Spade sono svelati in tutta l’ampiezza d’un portentoso affresco: com’è stato forgiato il Trono di Spade? Perché era così micidiale visitare Valyria dopo il Disastro? Quali sono stati i peggiori crimini di Maegor il Crudele? Cosa scoprì Alysanne la Buona recandosi alla Barriera? Che cosa è veramente successo durante la Danza dei Draghi?

Sono solo alcune delle domande cui viene data risposta in questa cronaca fondamentale del continente occidentale. Finalmente anche il grande mondo fantasy di George R.R. Martin ha il suo legendarium, un compendio inesauribile di episodi e dettagli che riecheggia Il Silmarillion di J.R.R. Tolkien e Storia della decadenza e caduta dell’Impero Romano di Gibbon, un banchetto fastoso per tutti gli appassionati e un potente specchio delle grandezze e miserie della natura umana, nei bassifondi della carestia o assisa su un trono, nel fango d’una battaglia o sul dorso d’un drago.

fuoco-e-sangue-george-r-r-martin

Macchine mortali

In un futuro prossimo post-apocalittico, in seguito a un olocausto nucleare che ha causato terribili sconvolgimenti geologici, le città sono diventate enormi ingranaggi a caccia di altre città di cui cibarsi per sopravvivere.

Tom, giovane Apprendista Storico di Terza Classe, lavora nel museo di Londra, una delle città più potenti. Un caso fortuito porta il ragazzo a sventare il piano omicida di Hester, una giovane orribilmente sfigurata che attenta alla vita del capo della Corporazione degli Storici, l’archeologo Valentine. Prima che la misteriosa ragazza si dilegui, Tom riesce a farsi rivelare la sua identità. Ma, da quel momento, da eroe si trasforma in preda.

macchine-mortali-philip-reeve-mondadori

La fanta-scienza di H. G. Wells: La macchina del tempo- L’isola del dottor Moreau-L’uomo invisibile- La guerra dei mondi-I primi uomini sulla luna

Nel lontano 802.701 il Viaggiatore del Tempo ha trovato un mondo diviso in due razze, dove gli Eloi, fragili e infantili creature che vivono in superficie, sono prede e cibo dei terribili Morlocks, esseri mostruosi che vivono nelle viscere della Terra.

Un gentiluomo e scienziato inglese racconta l’avventuroso viaggio nel remoto futuro effettuato per mezzo di una macchina di sua invenzione. Gli amici riuniti nel suo tranquillo salotto londinese sono perplessi e scettici; uno solo di loro vorrebbe dargli credito, e il giorno seguente torna a fargli visita: assisterà alla partenza del Viaggiatore del Tempo per un nuovo viaggio; dal quale, però, egli non farà mai più ritorno. “La macchina del tempo” è il romanzo che ha consacrato Wells, un classico della fantascienza dove, dietro una storia di fantasia, si cela una dura critica sociale alla società industriale.

la-fantascienza-di-h-g-wells-mondadori

Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa

Da una conchiglia che un bambino raccoglie su una spiaggia cilena, a sud, molto a sud del mondo, una voce si leva, carica di memorie e di saggezza. È la voce della balena bianca, l’animale mitico che per decenni ha presidiato le acque che separano la costa da un’isola sacra per la gente nativa di quel luogo, la Gente del Mare.

Il capodoglio color della luna, la creatura più grande di tutto l’oceano, ha conosciuto l’immensa solitudine e l’immensa profondità degli abissi, e ha dedicato la sua vita a svolgere con fedeltà il compito che gli è stato affidato da un capodoglio più anziano: un compito misterioso e cruciale, frutto di un patto che lega da tempo immemore le balene e la Gente del Mare.

Per onorarlo, la grande balena bianca ha dovuto proteggere quel tratto di mare da altri uomini, i forestieri che con le loro navi vengono a portare via ogni cosa anche senza averne bisogno, senza riconoscenza e senza rispetto. Sono stati loro, i balenieri, a raccontare finora la storia della temutissima balena bianca, ma è venuto il momento che sia lei a prendere la parola e a far giungere fino a noi la sua voce antica come l’idioma del mare.

storia-di-una-balena-bianca-luis-sepulveda

L’arte di Tolkien. Colori, visioni e suggestioni dal creatore della Terra di Mezzo

Tra i molti ricordi che i figli di J.R.R. Tolkien avevano del padre, ce n’era uno in particolare che riguardava la sua scrivania. Tra pipe, libri e appunti spiccavano file di inchiostri colorati, il set di ceralacca e i tubetti di colore con nomi magici come Terra di Siena bruciata o Lago cremisi. Illustrazioni, disegni, decorazioni, mappe, topografia e calligrafia furono, difatti, parte fondamentale nel concepimento dei mondi leggendari del creatore della Terra di Mezzo.

Nonostante Tolkien non si considerasse un vero e proprio artista, è sorprendente la cura e la meticolosità cui l’autore dedicava alla propria attività pittorica, e, come dirà più tardi il figlio Christopher, è pressoché impossibile comprendere l’opera del padre senza guardare anche alla sua espressività artistica. L’Arte di J.R.R. Tolkien è un invito alla scoperta dell’infinita creatività del professore oxoniense, dall’infanzia e i primi esperimenti del Book of Ishness, passando per l’illustrazione delle opere che l’hanno reso famoso: Lo Hobbit, Il Signore degli Anelli e Il Silmarillion, arrivando alle cosiddette “opere minori”. Un itinerario tra colori, emozioni e visioni, per poter cogliere quello sguardo entusiasta nei confronti dell’universo artistico di uno degli scrittori di riferimento della letteratura mondiale, uno sguardo che ancora oggi conquista milioni di appassionati.

l'arte-di-tolkien-roberta-tosi

Che ne pensate di questi nuovi titoli? Fateci sapere la vostra con un commento!

Potrebbe piacerti anche