I cinesi di BlueArc usano Ultraman senza permesso e la Tsuburaya li trascina in tribunale!

Sappiamo benissimo che i cinesi copiano e clonano di tutto, dall’abbigliamento agli smartphone, dagli ultimi ritrovati tecnologici fino alle auto!

Questa volta, però, l’operosa sfacciataggine di Pechino è andata addirittura oltre, appropriandosi direttamente e senza permesso alcuno di uno degli eroi giapponesi più celebri: Ultraman, il protagonista dell’omonima serie Tokusatsu che ricorderà benissimo chi è nato sul finire degli anni ’70.

La società di produzione cinematografica cinese BlueArc ha infatti realizzato il film Dragon Force: So Long, Ultraman, “scritturando” l’originale personaggio giapponese (senza nemmeno provare a copiarlo) come villain e contrapponendolo ad un’eroica squadra di robot Made in China.

Ovviamente la Tsuburaya Productions, la società giapponese che ne detiene i diritti, ha citato in giudizio la BlueArc per illecito sfruttamento del personaggio, violazione del copyright e danneggiamento dell’immagine stessa di Ultraman, fatto passare come cattivo in netto contrasto con la sua natura di eroe e difensore della Terra, come dichiarato apertamente da Shinichi Oka, amministratore delegato della Tsuburaya!

Questo film è stato prodotto senza il nostro permesso o alcun tipo di supervisione.

Inoltre, l’uso dell’immagine del personaggio Ultraman ha seriamente danneggiato il marchio, cosa assolutamente inaccettabile.

Intendiamo prendere misure risolutive forti, comprese le opportune azioni legali, contro la società cinese responsabile e tutte le persone coinvolte nella produzione del film.

La prima causa intentata dalla Tsuburaya, datata settembre 2017, sembra sia stata completamente ignorata dai cinesi che hanno impudentemente rilasciato il film lo scorso ottobre come se niente fosse successo, scatenando ulteriori ire dei giapponesi che trascineranno nuovamente in tribunale la BlueArc, allo stesso modo con cui Ultraman trascinava i kaiju per la coda prima di sferrargli il colpo di grazia.

Forse è il caso di avvisare i cinesi che, per vendicare l’onore ferito, al di là del Mar del Giappone ci sono già pronti, oltre ad Ultraman, anche Megaloman, Spectreman, Koseidon, I-Zenborg, Zabogar, Ultralion e compagnia bella!

Occhio che saranno Tokusatsi amari!

Fonte: SGCafe