Coco Rido: Raven bussa alla nostra porta con il party game che non piace “alla mamma”

Raven Distribution porta in Italia Coco Rido, il party game politicamente scorretto “per adulti, pensato da adolescenti e prodotto da bambini”

Ieri, mentre cercavo di prepararmi psicologicamente al tour de force che mi attende a causa dell’apertura del San Diego Comic-Con 2017 (fonte inesauribile di notizie che mi terranno impegnato a scrivere fino alle 3 del mattino se tutto va bene), il corriere ha suonato al campanello di Justnerd.

La scatola in mano al nostro amico filippino questa volta riportava il nastro adesivo di Raven Distribution, dalla quale, però, non avevamo in programma di ricevere nulla in questi giorni. Dopo aver firmato con la solita “X” la ricevuta del corriere ho aperto incuriosito il pacco, nella speranza che Enrico, il responsabile commerciale di Raven (ciao Enry, ci si vede a Lucca), non mi avesse inviato una bomba (all’ultimo Play di Modena eravamo riusciti a salutarlo solo di sfuggita).

All’interno del pacco ho invece trovato una copia di Coco Rido, il gioco da tavolo che, grazie ad una lettera accompagnatoria personale (non è vero, ma tanto non ve la farò leggere), scopriamo essere distribuito in Italia da pochi giorni dalla stessa Raven, localizzato in italiano dal produttore francese (con editor italiano).

Per chi non conoscesse il gioco, si tratta del “fratello francese” di Cards Against Humanity (conosciuto oltralpe con il nome di Blanc Manger Coco), un insolente party game che ha battuto ogni record di vendita grazie anche al contenuto politicamente scorretto delle carte presenti nel gioco. Queste contengono infatti termini e frasi esplicite, riadattate rispetto all’originale appositamente per il contesto “mondano italiano”, che difficilmente potrete trovare in un qualsiasi altro titolo sul mercato.

Due carte pescate a caso, giusto per spoilerarvi qualcosa (perché siamo persone orribili)

Definito “il gioco di carte per persone orribili”, Coco Rido vanta 600 carte, suddivise in carte domanda e risposta, che vengono utilizzate dai giocatori durante la partita per dare vita a delle frasi sfacciate, dissacranti e, per questo, veramente divertenti.

Per il primo turno, distribuite 11 carte Risposta per ogni giocatore e designate a caso un Question Master.
Il Question Master legge una carta Domanda presa a caso, che può avere una o più parole mancanti nel testo. Gli altri giocatori scelgono a piacere la loro carta risposta (o le loro carte in caso fosse richiesta un selezione multipla) tra le carte distribuite precedentemente, in modo da completare la frase della Domanda, e la mettono a faccia in giù sul tavolo.
Tutte le Risposte giocate vengono mescolate tra di loro e date al Question Master.
Il Question Master deve rileggere la Domanda utilizzando ogni singola Risposta giocata per completare la parola o le parole mancanti, in maniera chiara e ad alta voce, è molto importante!
Tra tutte quelle lette sceglie quella che a suo avviso è la più “adatta” per completare la Domanda.
Il giocatore che ha giocato la carta scelta riceve un punto e diventa il Question Master per il turno successivo. A questo punto tutti i giocatori ripescano sino ad arrivare a 11 carte.

Il primo giocatore che guadagna 5 punti ha vinto!

In attesa della nostra recensione e del nostro let’s play (credo che sarà un ottimo party game da esibire a Ferragosto, con qualche birra in mano), potete acquistarlo direttamente sullo store di Raven al prezzo di 27 €. Inoltre, giusto per non farsi mancare nulla, diverse espansioni per Coco Rido che spaziano dalla televisione italiana al calcio italiano sono già state annunciate.

Potrebbe piacerti anche