Invincibile Iron Man 1: il post Civil War II

iron man panini comics marvel
Iron Man

Finita Civil War II anche Iron Man affronta le conseguenze della lotta interna di Casa Marvel, ma chi sarà l’erede di Tony Stark?

Come da tradizione, alla fine di un maxi evento che coinvolge tutto il pantheon dei metaumani di casa Marvel arriva un nuovo inizio, una situazione che porta i nostri supereroi a dover affrontate le conseguenze degli eventi. Civil War II ha avuto un esito che ha lasciato la comunità supereroistica profondamente colpita e frammentata, proprio come con la precedente guerra civile. A farne le spese è anche Tony Stark, che nello scontro finale con Captain Marvel resta gravemente ferito ed entra in una sorta di coma; questo potrebbe sembrare il momento della fine del mito di Iron Man, ma anche in passato le difficoltà di Tony non hanno mai impedito al Vendicatore metallico di continuare la propria opera. Per ribadire questo nuovo inizio, anche la numerazione della serie Invincibile Iron Man viene azzerata, dando la possibilità ai nuovi volti di questa collana la possibilità di iniziare la propria carriera in modo evidente.

La debacle di Tony apre una sorta di lotta per l’eredità al titolo di Iron Man, un incarico che se da un lato Tony aveva già visto affidato alla giovane Riri Williams dall’altro è ambito da un altro noto personaggio del mondo Marvel: Victor von Doom, il Dottor Destino.

invincibile iron man 1 panini
Invincibile Iron Man 1, l’avventura di Riri inizia

Nella precedente run abbiamo assistito ai presupposti per il passaggio delle consegne del ruolo di Iron Man. Riri Williams è una geniale ragazza afroamericana, figlia di una famiglia della low class americana, che ha già costruito una propria armatura attirando anche l’attenzione del playboy, miliardario, filantropo. In questo primo numero del nuovo Invincibile Iron Man, ci viene mostrato l’aspetto principale di un supereroe, l’evento scatenante che porta l’individuo comune a sporcarsi le mani e lottare per un principio. Nel caso di Riri sembra di rivivere la scena che ha dato i natali ad uno degli eroi più violenti del mondo Marvel, il Punitore, ma la ragazzina riesce a non cedere al lato oscuro della vendetta.

Bendis riesce a strutturare questo primo passo di Riri nella comunità dei metaumani in modo perfetto, riuscendo a conciliare il tono leggero della vita di una ragazzina con il doloroso ricordo del passato di Riri; il primo intervento della giovane come supereroina non è stato il battesimo del fuoco ideale, tra inesperienza ed incomprensioni con le forze dell’ordine. La scarsa disponibilità di fondi e le attrezzature carenti sono un ostacolo per Riri, soprattutto la mancanza di una IA che la aiuti a padroneggiare la sua armatura. E se ci pensasse Tony Stark?

invincibile iron man 1 panini
Riri Williams sarà in grado di reggere il peso dell’eredità di Iron Man?

Con un colpo di genio, Bendis fa rientrare il nostro Tony dalla porta di servizio, sotto forma di IA che viene consegnata a Riri proprio su ordine del magnate. Prima dello scontro finale in Civil War II, Stark aveva trasferito una copia della propria coscienza in formato digitale, una scelta che potrebbe tornare ora utile alla giovane Riri. Da questo interessantissimo sviluppo possiamo attenderci la nascita di un rapporto mentore-allieva, in cui l’irruenza di Riri dovrebbe venire mitigata dall’esperienza di Tony. Dovrebbe, perché Stark non è certo la persona più riflessiva che si conosca! Se Bendis riesce a creare una trama che lascia presagire l’inizio di una saga appassionante, non da meno è Stefano Caselli, che con i suoi disegni coglie in pieno l’essenza della storia. Il look squadrato e da robottone della prima armatura di Riri è perfetto, ma il tocco di empatia di Stefano emerge in pieno nella sparatoria al parco, con un dinamismo ed una sensibilità sorprendenti, un’ondata emotiva che sembra bucare la pagina.

Questa prima apparizione di Riri ha tutto il fascino di un primo interessante passo nel nuovo mondo Marvel post-Civil War II, ma non bisogna dimenticare che se Riri Ironherat Williams è l’erede designata all’armatura di Iron Man, nella seconda parte dell’albo qualcuno attende di aver voce in capitolo.

invincible iron man 1 panini
Riri Williams e la sua prima armatura

Nel periodo pre Civil War II abbiamo visto come Victor von Doom abbia mostrato un particolare interesse in Tony Stark. Con la scomparsa di Tony dallo scenario supereroistico, Doom diventa ancora più criptico, il suo reale intento non viene ancora rivelato, ma la sua strana metamorfosi da super cattivo in potenziale personaggio positivo lascia perplessi, soprattutto quando sembra voler prendere carico dell’eredità di Tony come una missione personale. Bendis sceglie un tono più cupo e rigido per questo Il famigerato Iron Man, uno stacco preciso dalla narrazione dedicata a Riri. Il tono dei dialoghi, la struttura stessa della storia sembra virare su un canone più duro, scelta amplificata dal disegno di Alex Maleev e soprattutto dai colori di Hollington. E poi l’apparizione di una delle nemesi per eccellenza del Dottor Destino, un certo Ben Grimm, lascia presagire che a breve sarà ‘tempo di distruzione‘!

invincbile iron man 1 panini
Il famigerato Iron Man, il punto di vista di Doom

Maleev ha un tratto molto particolare, una visione delle tavole incredibile e che viene resa reale. Mettere il lettore all’interno della maschera di Destino non è facile come concetto, eppure le sue vignette sono perfette, con la sensazione di esser noi l’oggetto dell’attenzione dei membri della Cabala. Holllington su questo impianto narrativo spande una colorazione fredda, amplifica il contesto di mistero e sospetto, enfatizzando tutto il lavoro di Bendis e Maleev.

invincibile iron man 1 panini
Tony Stark non pare troppo contento di veder Destino!

Questo nuovo inizio per Invincibile Iron Man mostra due spunti che possono rendere questa serie di Marvel (edita come sempre da Panini) una nuova visione del mito di Iron Man, in attesa di scoprire anche il destino di Tony Stark! Appuntamento al 15 luglio, per la seconda uscita.

Leggiamo altro?
Easy Dungeon: il nuovo set per creare i vostri dungeon per GdR – Recensione
>