L’ologramma più sottile al mondo è realtà!

È stato finalmente creato l’ologramma più sottile al mondo che potrebbe essere presto disponibile su smartphone e altri dispositivi

La fantascienza stuzzica sempre l’immaginario collettivo, soprattutto grazie all’industria cinematografica e a quella video-ludica che propongono costantemente tecnologie futuristiche che poi spingono i ricercatori a produrre dispositivi reali ispirati a queste “visioni” immaginifiche.

Tra le varie teconologie che invidiamo a chi vivrà il futuro o agli abitanti di civiltà aliene e superprogredite, un posto di primo piano lo rivestono gli ologrammi. Da Star Wars ad Halo, da Avatar a Tom Clancy’s The Division, questo tipo di tecnologia è riuscita ad affascinare tutti indistintamente.

Ora sembra che finalmente la finzione possa presto divetare realtà.

Un team di scienziati australiani dell’Università RMIT, con la collaborazione dell‘Institute od Technology di Pechino, è riuscito a progettare l‘ologramma più “sottile” al mondo, le cui dimesnioni di proiezione di appena 25 nanometri, lo renderebbero visibile ad occhio nudo senza bisogno dell’ausilio di occhiali 3D.
Ma non è finita qui.I ricercatori dietro a questa innovativa tecnologia sono convinti che questa nuova invenzione possa essere implementata su di un’ampia gamma di dispositivi, tra cui gli smartphone.

Com’è possibile tutto ciò? Min Gu, il direttore del progetto, ha dichiarato che l’ologramma in questione utilizza “un semplice e veloce sistema di scrittura laser diretta”.
L’università RMIT ha già in mente un piano industriale di produzione per renderlo disponibile nel campo dell’elettronica di consumo di massa: si tratta della creazione di una speciale “pellicola rigida” da applicare sulle varie tipologie di display. In questo modo, tutti avrebbero la possibilità di creare e proiettare facilmente il proprio ologramma!

Cosa ne pensate? In quale campo, secondo voi, questa tecnologia potrebbe rivelarsi più adatta? Fatecelo  sapere con un vostro commento qui sotto!

Fonte: INAVATE

Mostra Commenti (0)
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments