Naruto: ecco l’Easter Egg dedicato a Dragon Ball

film di Naruto

Masashi Kishimoto ha voluto rendere omaggio al suo ispiratore Akira Toriyama con un easter egg riferito ad un personaggio di Dragon Ball

Nel mondo dei manga e degli anime giapponesi, molti autori e mangaka sono accomunati da forti vincoli di amicizia, rispetto e profonda ammirazione, con alcuni di loro che sono stati allievi o assistenti di altri prima di divenire artisti famosi ed affermati.

Capita spesso che questi artisti si omaggino a vicenda, inserendo nelle proprie produzioni, riferimenti più o meno diretti al lavoro dei colleghi.

Nel manga di Naruto è stata scoperta quindi una citazione a Dragon Ball, con l’inserimento di un piccolo cameo riferito ad uno dei personaggi più simpatici dell’opera di Akira Toriyama.

È infatti risaputo che Masashi Kishimoto, autore di Naruto, già di per sé ricco di riferimenti ad altre opere, sia da sempre un fan accanito di Dragon Ball, fin da quando frequentava le elementari e, che proprio grazie al manga Toriyama, abbia deciso di diventare un magaka lui stesso.

In uno dei volumi iniziali di Naruto, mentre il ninja che vuole farsi Okage cammina per il Villaggio della Foglia insieme al maestro Jiraiya e si diverte ad indossare alcune maschere in vendita, è possibile vedere esposta su una bancarella proprio una maschera raffigurante il volto di Riff, il piccolo e simpatico combattente amico di Tensing.

Il cameo di Riff compare, per la precisione, nel capitolo 150 del manga e potete vederlo nell’immagine seguente che contiene altri due easter egg sempre sotto forma di maschere: una di Kamen Raider, supereroe della serie tokusatsu omonima e l’altra di di Sun Wu Kung, protagonista del romanzo cinese Viaggio ad occidente.

Vi eravati accorti del riferimento di Kishimoto a Dragon Ball? E degli altri due? Fatecelo sapere con un commento qui sotto.

Fonte: Comicbook

0 Commenti
Feedback in ordine
Vedi tutti i commenti
...e questo?
one piece manga
One Piece sta per arrivare al numero 100: al via i festeggiamenti per i 20 anni del manga dei record