Ghost in the Shell è un flop? La parola a Kyle Davies…

Ghost in the Shell

Il responsabile della distribuzione USA della Paramount Pictures, Kyle Davies, commenta lo scarso successo al botteghino americano di Ghost in the Shell

Con una partenza al box office non proprio entusiasmante e una media di recensioni sotto le aspettative (QUI potete trovare la nostra), Ghost in the Shell non sembra essere il successo sperato da Paramount Pictures (ma aggiungerei anche dai fan…).

Con soli 21 milioni di dollari raccolti nel circuito statunitense, a fronte della produzione di una pellicola costata oltre 110 milioni, l’adattamento cinematografico dell’anime di Masamune Shirow sta navigando in cattive acque. Secondo Kyle Davies (responsabile della distribuzione di Paramount per gli USA) queste sarebbero state agitate ulteriormente dalle recensioni negative, influenzate dalle critiche piovute sul film a causa delle scelta di una protagonista occidentale (Scarlett Johansson) anzichè asiatica.

Davies dichiarato a NBC News:

Speravamo in migliori risultati negli Stati Uniti. Crediamo che le varie discussioni sul casting abbiano influenzato le recensioni. Questo film doveva essere importantissimo per i fanboy visto che è basto su un anime giapponese. E ci siamo trovati, come sempre, a dover mediare fra la creazione di un film che rispetti il materiale originale e sia interessante per tutto il pubblico cinematografico. È una sfida e, chiaramente, le recensioni non ci hanno aiutato in tal senso.

Avete visto il film? Cosa ne pensate? Fatecelo sapere tramite un commento qui sotto!

0 Commenti
Feedback in ordine
Vedi tutti i commenti
...e questo?
La Sirenetta
La Sirenetta: il film in live action sarà girato in Sardegna