Zombie!!! Terza Edizione – Recensione

Ogni veterano del mondo dei giochi da tavolo che si rispetti ha giocato, almeno una volta nella sua vita, a Zombi!!! (o perlomeno conosce una persona che l’ha fatto). Stiamo parlando di un titolo storico, che ha visto la luce durante l’epoca della corsa all’oro del GdT “moderno” nei primi anni di questo millennio.

Il titolo di Twilight Creations Inc., distribuito in Italia da Raven, è stato anche uno dei principali responsabili dell’avvicinamento al genere di tanti babbani, nonostante il gioco fosse già all’epoca tutt’altro che perfetto. Ed è per questo che nel tempo si è sentita la necessità di una seconda edizione (o director’s cut, chiamatela come volete) e, più recentemente, di una terza edizione, quella che andremo a recensire oggi.

I ragazzi di Twilight Creations Inc. saranno stati in grado di rifare il lifting ad un non-morto? Scopriamolo insieme…

Dentro la tomba

Partiamo come sempre dai contenuti della scatola che, in questo Zombi!!! Terza Edizione, sono stati rivisitati per grafica e… miniature! Se nella seconda edizione avevamo avuto modo di scoprire anche l’esistenza delle bellissime non-morte (con la prima edizione sembrava che l’apocalisse zombie avesse colpito duramente solo il genere maschile), le nuove miniature di questa terza edizione introducono una maggiore varietà di peso (finalmente potremo farci “rincorrere” dagli zombi obesi!) e professione (pare che la gente che lavora per strada sia la prima a morire in caso di apocalisse zombi). Diffidate tuttavia da chi vi consiglia di pitturarle: non è che non si possa farlo, ma dimensione e dettaglio non vi permetteranno di ottenere risultati “soddisfacenti”; ne credo comunque valgano il vostro tempo, considerata l’enorme quantità di miniature (stiamo parlando di 100 zombi solo nella scatola base).

Più in generale all’interno di Zombi!!! Terza Edizione troveremo:

  • regolamento
  • 100 zombie (in quattro pose differenti)
  • 30 tessere mappa
  • 50 carte evento
  • 6 pedine umani
  • tantissimi segnalini vita, proiettili, porta e superstiti
  • 2 dadi D6

Il gioco è stato ideato per gruppi di sopravvissuti che vanno dalle 2 alle 6 persone, intente a fuggire dalla città infestata da non-morti in partite che non dovrebbero durare più di un’ora (in realtà il tempo di gioco varia molto a seconda del numero di giocatori e del numero di espansioni utilizzate, ma ne parleremo poco più sotto).

Considerata la tematica e le illustrazioni delle carte, che non lasciano spazio all’immaginazione, Zombi!!! è consigliato ad aspiranti non-morti di età superiore a i 14 anni.

La città dei morti viventi

Lo scenario è quello tipico degli Z-Movie. In città è scoppiata un’epidemia zombie e noi, insieme a qualche altro fortunato sopravvissuto probabilmente poco amichevole, dovremo tentare di scappare prima di essere divorati (raggiungendo un elicottero) o rendere sicura la zona (uccidendo 25 zombi prima dei nostri avversari).

Per farlo avremo a disposizione 3 segnalini vita (considerati come le ferite sostenibili da un giocatore), 3 proiettili (modificatori +1 al tiro di dado contro gli zombi) e 3 carte evento (armi, bonus o malus da giocare anche contro gli avversari).

Tutti i giocatori partiranno con le rispettive pedine umano da una tessera piazza posta al centro del tavolo e, ad ogni turno di gioco, una nuova tesserà della città verrà esplorata collocandola in modo da far combaciare le strade presenti con quelle che già formano il resto dell’area urbana. Per ogni collegamento stradale verrà posto su di essa uno zombie, fatta eccezione per le tessere mappa specifiche (parliamo di negozi e strutture pubbliche di vario genere) che prevedono il piazzamento di zombie e segnalini come indicato sulla tessera stessa.

A turno i giocatori dovranno scoprire una nuova tessera città, muoversi con la propria pedina tirando un D6, combattere eventuali zombi incontrati (questi muoiono con un risultato di 4+) e tirare un dado per muovere un numero di zombie (solo di 1 casella) pari al risultato di un altro tiro di un D6. Nel mentre è possibile anche pescare carte evento fino ad averne un massimo di 3, o scartare una carta evento ritenuta poco utile o non necessaria.

Nella modalità di gioco classica la partita ha termine nel caso un giocatore riesca ad uccidere 25 zombi, o a raggiungere la tessera eliporto (collocata random in mezzo al mazzo delle tessere) eliminando tutti i non-morti presenti su di essa, fuggendo.

Città nuova, vita nuova

Un sistema di gioco molto semplice quello di Zombi!!!, dal quale, nel tempo, sono nate tantissime imitazioni ed evoluzioni. In Zombie!!! Terza Edizione sono però presenti numerose varianti al regolamento.

Oltre alla già sopracitata modalità Classica potremo infatti decidere di cooperare con gli altri giocatori, per raggiungere tutti insieme come un’allegra famiglia l’eliporto. Oppure potremo decidere di giocare a squadre, con gruppi formati da due membri intenzionati a fuggire prima degli altri.

Non mancano poi gli scenari come le missioni di soccorso (troveremo sopravvissuti da salvare sparsi per la mappa, che andranno recuperati prima di poter abbandonare la città), o lo scenario dell’elicottero militare (in cui sarà richiesto di arrivare all’eliporto con un’arma equipaggiata).

Menzione speciale va invece fatta per lo scenario Fino all’Ultimo Uomo. Qui un giocatore muoverà gli zombi al posto dei sopravvissuti, nel tentativo di infettare le loro pedine. A differenza della modalità classica, dove la morte è solo una scusa per farvi tornare al punto di partenza perdendo metà degli zombi accumulati e tutti i vostri equipaggiamenti, i giocatori infettati si trasformeranno in zombi, e prenderanno il controllo anch’essi delle restanti pedine zombi presenti sulla mappa.

Un gioco resuscitato a metà

Prima di tuffarci nelle valutazioni finali è d’obbligo una precisazione. In questa recensione abbiamo preso in considerazione solamente il gioco base di Zombi!!! Terza Edizione, senza quindi valutare la moltitudine di espansioni create da Twilight Creations Inc. nel corso degli anni (e compatibili anche con questa edizione). Badate bene perché non parliamo di una o due espansioni che aggiungono poche varianti, ma di qualcosa come 15 espansioni (più o meno, ho perso il conto ormai da tempo) che ampliano a dismisura l’esperienza di gioco aggiungendo nuove aree (supermercati, cimiteri e tanti altri cliché), nuovi zombie, nuove “mini-regole”, nuove missioni e tanto tanto altro.

Se consideriamo inoltre l’esistenza di una community attivissima attorno al titolo in questione, responsabile della creazione di decine e decine di house rules, espansioni amatoriali e addirittura una colonna sonora (poi ufficializzata dalla stessa Twilight Creations Inc.), il voto finale dovrebbe aumentare considerevolmente. Ma (ahimè) non è questo il nostro caso. Qui parliamo esclusivamente del gioco base che, giunto alla sua terza edizione, fatica ancora a scrollarsi di dosso i problemi del passato.

Come già accennato in precedenza la durata di una partita a Zombi!!! varia molto a seconda del numero dei giocatori. Nel caso di 5 o 6 persone presenti attorno al nostro tavolo supererete abbondantemente i 60 minuti suggeriti dalla scatola, salvo i rari casi in cui l’elicottero verrà estratto in anticipo e capiti a portata di qualche fortunato sopravvissuto armato di tutto punto. La ripetitività delle azioni, dettata dall’estrema semplicità del regolamento, potrebbe quindi, nel tempo, dare vita a tentativi di suicidio prematuri da parte del vostro gruppo di gioco. Questa è la dura eredità dei vecchi Zombi!!!, che ritroviamo anche in questa terza edizione dove, a dispetto di qualche miglioria nel regolamento volta a snellire i tempi di gioco, si è riusciti nell’intento di velocizzare il tutto solo a metà.

È perciò estremamente importante affrontare Zombi!!! con quegli amici in grado di “calarsi nella parte”, pronti a sfoderare carte evento senza troppi rimorsi e, in questo modo, tener viva l’atmosfera e il ritmo di gioco (mai fondamentale come in questo caso). Al contrario vi ritroverete a vagare come tanti zombi per la mappa, privi di qualsivoglia emozione.

Ovviamente, poi, la dea bendata salterà fuori ad ogni tiro di dado, tessera città o carta evento pescata… anche se le sparerete in testa.

Eppure c’è vita in città!

Il nuovo regolamento, con le sue varianti e missioni inedite, si sono rivelate una gradita sorpresa (in alcuni casi girano anche meglio del sistema di gioco originale).

L’ambientazione rimane ancora una delle più belle ed immersive per gli appassionati di zombi; con una città morta che risulta allo stesso tempo piena di vita, grazie sopratutto alle secchiate di miniature che butteremo sul tavolo di gioco. La componentistica, già ottima nelle vecchie edizioni, in questo Zombi!!! Terza Edizione è stata ulteriormente migliorata e, con poche varianti sul tema, tutto risulta meno monotono.

L’esplorazione delle tessere (specialmente inserendo le espansioni), nonché i tentativi dei vostri avversari di ostacolarvi con carte e zombi, restano ancora i perni del divertimento in questo gioco da tavolo, che non sembra voler morire tanto facilmente…

In definitiva Zombi!!! è un gioco che, anche fosse solo per il segno che ha lasciato nel mondo dei GdT, andrebbe provato da tutti almeno una volta nella vita. Il regolamento semplicissimo aiuterà ad avvicinare molti dei vostri amici nabbi a questo mondo, ma gli appassionati rivolgeranno lo sguardo altrove. Non lo consiglierei a chi possiede già una delle vecchie versioni (le poche aggiunte non giustificano un nuovo acquisto), a tutti gli altri invece consiglio di prendere bene la mira… e magari anche qualche espansione insieme al gioco base!

Potete reperire Zombi!!! Terza Edizione a questo indirizzo.

Zombi!!! Terza Edizione
Un regolamento semplice e veloce...
... come non lo saranno le vostre sessioni di gioco, lente e ripetitive
La città trasuda zombi da ogni edificio
Il vostro destino è già stato deciso dalla dea bendata
Tante aggiunte valide nella Terza Edizione...
... ma è il solito Zombi!!! (nel bene e nel male)
In conclusione...
Zombi!!! Terza Edizione è come un non-morto lento che vi sbarra la strada. Dovrete colpirlo ripetutamente e sparargli in testa per superarlo indenni, ma il mondo dietro di lui è immenso e aspetta solo di essere esplorato. Un must have per tutti gli amanti degli zombi. Chi è solo di passaggio, invece, può proseguire oltre senza rimorsi...
63 %
Voto Finale
Voto della community 4.66 ( 12 voti)

Leggi anche

The Walking Dead 7: Ancora errori nell’ultimo episodio andato in onda!

The Walking Dead 7 sbaglia ancora! Ecco il nuovo errore dell’episodio 7×15 anda…