Pokemon GO: Tolto il ban ai giocatori che hanno usato Pokevision

Niantic fa marcia indietro sui ban ai giocatori di Pokemon GO che hanno usato Pokevision in passato: “Abbiamo imposto qualche ban di troppo”.

L’utilizzo di Pokevision e altre applicazioni esterne per Pokemon GO, come FakeGPS, hanno causato non pochi grattacapi ai vertici di Niantic; tanto che poco tempo fa sono iniziati a spuntare gli inevitabili ban per molti account.

Le dichiarazioni rilasciate recentemente dal CEO dell’azienda, John Hanke, hanno chiarito perché fosse un problema così grosso per Niantic:

“Molti giocatori non si sono resi conto che applicazioni come PokeVision e simili facevano altro oltre che indicare i Pokemon più vicini” dichiara il CEO “Ogni applicazione, accedendo col proprio account, inviava dei segnali ai nostri server, anche all’insaputa dell’utente stesso, che venivano da noi raccolti come attacchi. Questo ci ha portato a far chiudere le applicazioni e, magari, a imporre qualche ban di troppo”.

Sembra quindi non si trattasse solamente di una questione di “competitività” tra gli allenatori di Pokemon, ma anche di un serio problema nella gestione dei server; motivo che ha spinto Niantic a far chiudere Pokevision e altri famosi servizi esterni.
Ancora non si conoscono le tempistiche e le modalità del “perdono” di Niantic, ma il CEO ha comunque precisato che l’utilizzo di bot o FakeGPS porterà ancora, inevitabilmente, al ban permanente dell’account.

 

Potrebbe piacerti anche