J.K. Rowling risponde alle critiche per la scelta di Hermione in Harry Potter and The Cursed Child

Solo pochi giorni fa vi avevo mostrato i volti dei nuovi attori che interpreteranno i personaggi di Harry Potter, Ronald Wisley e Hermione Granger, nell’opera teatrale che è considerata a tutti gli effetti il proseguimento ufficiale della saga di Harry Potter. Ed è proprio attorno alla figura di Hermione in Harry Potter and The Cursed Child, e all’attrice che la interpreterà, ad essere montata la polemica di alcuni fan. In tanti non hanno infatti digerito che, dopo aver visto una caucasica Hermione nei precedenti film, il ruolo sia passato all’attrice Noma Dumezweni, un’attrice di colore. La risposta della scrittrice J.K. Rowling alle numerose critiche non si è fatta attendere, e queste sono le sue parole rilasciate durante un’intervista al The Guardian:

Grazie alla mia esperienza con i social media, avevo già immaginato che gli idioti avrebbero fatto gli idioti. Ma che ci volete fare? È così che va il mondo. Noma è stata scelta perché era la migliore attrice per il ruolo. 

Un branco di razzisti mi ha detto che dato che Hermione  nel libro “diventa bianca”,  sbiancata dopo uno shock , allora deve essere per forza una donna bianca e la cosa è stata molto difficile da capire per me.  Ma ho deciso di evitare di agitarmi troppo e poter dichiare con fermezza che Hermione può essere una donna di colore con la mia assoluta benedizione ed entusiasmo

A supportare le parole della scrittrice anche la direttrice dell’opera teatrale, John Tiffany, che ha così commentato la vicenda:

Mi ha lasciato molto sorpreso il modo in cui la gente non riesca a vedere una persona non-bianca come eroe di una storia. Quindi trovo sia fantastico aver scelto una Hermione di colore.

Voi cosa ne pensate? Avreste fatto la stessa scelta per l’attrice che dovrà interpretare Hermione in Harry Potter and The Cursed Child?

Potrebbe piacerti anche