[SPOILER] Ecco come doveva essere il finale di 10 Cloverfield Lane

John Goodman as Henry; Mary Elizabeth Winstead as Michelle; and John Gallagher Jr. in 10 CLOVERFIELD LANE; by Paramount

Sapevate che il nuovo film prodotto da J.J. Abrams in realtà si intitolava Valencia? E che in origine si trattava di un progetto di Dan Trachtenberg, regista di un fan film del videogioco Portal, molto diverso da quello approdato al cinema?

Noi lo abbiamo appena visto, e il film ci è piaciuto davvero tanto, ma come spesso accade con le opere su cui Abrams mette le mani, siamo usciti dalla sala con tante domande per la testa. Il finale di 10 Cloverfield Lane ne è stato la principale causa. Si è passati in pochi minuti da un thriller originale e ben confezionato, grazie anche ad una recitazione di John Goodman memorabile, ad un film di fantascienza che ti colpisce in piena faccia come uno schiaffo inaspettato. Un fanta-thriller in pratica (e sono davvero poche le volte in cui ho potuto usare questo termine).

The Film Stage ha voluto scavare nella strana storia del nuovo blockbuster, di cui ricordiamo 3 mesi fa non sapevamo nemmeno dell’esistenza tale era il livello di segretezza con la quale è stato girato, trovando le differenze tra lo script originale e quello utilizzato poi come finale di 10 Cloverfield Lane.

Eccole:

Il film termina con qualcosa di simile alla scena della fattoria nella Guerra dei Mondi di Steven Spielberg, con Michelle che fugge da Howard uscendo dal rifugio e ritrovandosi veramente in un mondo nel quale gli alieni ci hanno invasi e danno la caccia alle persone. Deve vincere con astuzia l’attacco di un “cane da caccia” vermiforme e poi eliminare un’astronave dotata di una sorta di orifizio organico in una maniera molto simile a quella che utilizzava Tom Cruise. Successivamente si dirige verso Houston pronta a unirsi alla guerra contro gli alieni invasori.

Nello script originale, Michelle scappa dal rifugio e veniva inseguita nella fattoria da Howard, che vuole ancora “proteggerla”. Lei lo acceca con un lo spray anticalcare, e lui le racconta la sua tragica vita (vedovo, la figlia scomparsa, il tradimento di Nate). Lei gli spara al ginocchio e fugge. Alla fine del film lui è vivo, e la supplica di “fare attenzione”. Michelle viaggia su strade deserte e non trova nessuno a cui chiedere aiuto. Arrampicatasi su una collina, vede la skyline di Chicago devastata. Non sappiamo perché, non vengono date spiegazioni. Non sappiamo neanche cosa farà, sappiamo solo che Howard per quanto fosse strano aveva ragione. L’ultima riga dello script: “Lentamente, si toglie la maschera e fa un respiro”

Che ne pensate? Meglio l’originale o il finale di 10 Cloverfield Lane visto al cinema?

0 Commenti
Feedback in ordine
Vedi tutti i commenti