DigUp – Avventura nel Castello

avventura nel castello

avventura nel castelloL’abbiamo già detto e lo ripeteremo all’infinito: siamo dei nerd nostalgici.
Anzi, crediamo che il nerd, nella sua forma più comune, sia fondamentalmente un inguaribile nostalgico. Quest’oggi andiamo a ripescare un prodotto dell’intrattenimento digitale veramente molto, ma molto vintage. Stiamo parlando di Avventura nel Castello, gioco “testuale” concepito e sviluppato da Enrico Colombini, programmatore bresciano classe 1953, e gentil consorte Chiara Tovena. Perchè questo titolo è caro a molti videogamers? È presto detto. Avventura nel Castello è stato il passatempo preferito da quei fortunati che avevano a disposizione un computer negli anni ’80. Già, questo gioco risale infatti al 1982 nella sua prima versione, dopodiché fu oggetto di ben tre aggiornamenti, l’ultimo dei quali porta la data del 1996.

Come si gioca?

Come detto precedentemente, Avventura nel Castello è un adventure game testuale, ovvero il giocatore dovrà leggere ambientazione e avvenimenti interagendo
con essi usando un mezzo molto conosciuto nel mondo dell’informatica: una fantastica tastiera! Per muoversi ed interagire avremo a disposizione i più semplici dei comandi: N, S, E, O, A, B (Nord, Sud, Est, Ovest, Alto, Basso) e ordini basilari come: prendi, guarda, muovi, ecc.. Dimenticatevi joystick, controller e computer grafica per un momento e buttatevi in questo mondo che ha chiaramente preso ispirazione al ben più celebre Dungeons & Dragons.

L’ambientazione

avventura nel castelloTutto parte con il nostro personaggio su un aereo che sta precipitando e, una volta salvati da morte certa, ci si ritrova in una piazza d’armi nell’entroterra delle Highlands scozzesi. Da qui parte tutta la nostra storia. Dovremo infatti districarci tra le innumerevoli stanze di questo castello in Scozia e trovare una via d’uscita verso il mondo esterno. Tutto questo, lo ricordiamo, solo ed esclusivamente leggendo. Come faremo ad orientarci quindi? Carta e penna ragazzi, bisogna disegnare una mappa! L’unico modo per trovare la nostra strada in questo labirinto di stanze, è quello di prendere nota della disposizione delle stesse e del contenuto in ognuna di esse.

Molti nerd d’annata hanno perso il sonno cercando di uscire da questo labirinto di stanze e porte, alcuni ci sono riusciti, altri hanno fallito.

Tu pensi di riuscirci?

Nel frattempo ecco il nostro gameplay!

Leggiamo altro?
blacksad under the skin
Blacksad inizia la sua indagine: ecco il trailer di lancio di Under The Skin
>