Il Barbenheimer è un successo al box office

Barbenheimer

Il tanto atteso week-end che negli USA segnava l’avvento del Barbenheimer si è appena concluso, rivelandosi un successo per entrambi i film coinvolti.

Sia Barbie che Oppenehiemer stanno registrando degli incassi più che ottimi al box office americano e in tutto il mondo, considerando anche che molti spettatori, colpiti dal Barbenheimer, hanno deciso di passare una interna giornata al cinema, assistendo ad entrambi gli spettacoli.

La double feature ha raccolto consensi anche dai membri del settore. Il regista Quentin Tarantino è stato infatti immortalato mentre si accingeva ad acquistare il biglietto per i due film, come riportato dall’account Twitter di The Video Archives, podcast del regista.

I numeri del Barbenheimer

Come riportato da Box Office Mojo, Barbie si è attestata al primo posto del botteghino americano, con 155 milioni di dollari nei primi tre giorni di programmazione, ed un incasso internazionale di 377 milioni in cinque giorni. Incassi che sono andati ben oltre le aspettative e che negli ultimi anni appartenevano solamente ai film Marvel.

Al secondo posto troviamo invece Oppenheimer con un incasso di 80,5 milioni di dollari negli Stati Uniti in tre giorni e ben 174,2 milioni di dollari in tutto il mondo. Anche i questo caso i soldi incassati sono molti di più di quanto era stato ipotizzato dagli analisti del settore.

I due film, pur essendo così ampiamente distanti fra loro, si sono aiutati a vicenda, grazie anche alle recensioni positive per entrambi i film che arrivano da oltreoceano.

In un mercato al momento cosi fragile come quello hollywoodiano, il successo del Barbenheimer è una boccata d’ossigeno per la salute del cinema americano, e di conseguenza per quello mondiale.

In Italia il “famigerato” Barbenheimer non è potuto avvenire, visto che il film diretto da Christopher Nolan uscirà nelle sale italiane solamente il 23 agosto, mentre il film sulla bambola più famosa di sempre ha già debuttato, al primo posto, anche nel Bel Paese.