Hades è il primo videogame a vincere un Premio Hugo

Hades

Una grande svolta nel mondo degli appassionati di fantascienza è arrivata quest’anno: per la prima volta dalla loro nascita quasi 70 anni fa, è stato assegnato anche un Premio Hugo dedicato ad un videogame, e il vincitore di quest’anno è Hades.

Diamo uno sguardo in più al titolo vincitore di quest’anno, e perché questa svolta potrebbe essere rilevante per i fan dello sci-fi.

Hades è il primo videogame a vincere un Premio Hugo

Gli Hugo Awards sono premi assegnati fin dal 1953 durante la Worldcon, la più longeva fiera della fantascienza del mondo. Insieme ai premi Nebula, sono i più importanti riconoscimenti ai quali un autore di fantascienza può aspirare. Sono divisi, come gli Oscar, in varie categorie; la categoria “regina” è quella del romanzo, nel cui albo d’oro troviamo nomi come Philip Dick, Arthur C. Clarke, Asimov… Insomma, parliamo di riconoscimenti di un certo prestigio.

Quest’anno, per la prima volta, è stata inserita anche la categoria dei videogame, e il gioco trionfatore è risultato essere Hades, l’action roguelike che ha stupito moltissimi da quando è uscito. Si tratta di un titolo in cui impersoniamo il figlio di Ade, il dio greco dell’oltretomba, nei suoi ostinati e determinati tentativi di fuga dal regno dei morti, governato da un padre dispotico e insofferente nei confronti dell’erede.

Ma queste poche righe non bastano a rendere il merito al gioco di Supergiant Games, che vive in un universo immaginario tanto interessante e particolare quanto familiare e coinvolgente. Seppur a livello tecnico non ci troviamo di fronte al gioco dell’anno, la trama di Hades ne fa brillare le molte qualità, tanto da ergerlo ad essere il primo videogame della storia a vincere un Premio Hugo.

Non è ancora chiaro se la categoria verrà riproposta negli anni prossimi; ma, da appassionati di fantascienza, non possiamo che essere felici di questa apertura a un mondo nuovo degli importanti riconoscimenti Hugo.