Ven 24 Maggio, 2024

Le news della settimana

spot_img

Potrebbe interessarti

Elder: l’Intelligenza Artificiale che gioca e ti insegna a giocare a Call of Cthulhu

Nel tenebroso mare delle notizie che negli ultimi mesi si concentrano sul fenomeno dell’Intelligenza Artificiale e delle sue sorprendenti applicazioni, emerge dalle acque destando l’attenzione degli appassionati di giochi di ruolo quella che riguarda un software che insegna a giocare a Call of Cthulhu.

Quest Portal, azienda che già aveva progettato app per aiutare i giocatori di ruolo a creare personaggi e bozze di trame per le campagne, il tutto ovviamente assistito da un algoritmo AI, ha recentemente alzato la sua personale asticella con lo sviluppo di Elder. Si tratta di un software che non solo sembra sappia giocare, ma addirittura è in grado di insegnare a giocare al celebre GdR basato sull’universo lovecraftiano.

L’intelligenza artificiale alla base di Elder può aiutare i giocatori con domande sulle regole, supportando attivamente i Custodi (i dungeon master di Call of Cthulhu a un Dungeon) a preparare le campagne da utilizzare nelle sessioni Call of Cthulhu, oltre a creare autonomamente diversi incantesimi e mostri all’interno del gioco.

Always Choose Cthulhu

Come precisato nelle FAQ di Elder, il software non è progettato specificatamente per questo scopo: è un aiuto per essere un chatbot di aiuto per neofiti e non che non dovrebbe “sostituire o diminuire l’interazione umana e la creatività nei giochi di ruolo da tavolo”. L’obiettivo principale di Elder, come ribadito dai suoi creatori, è facilitare l’accesso alle regole di Call of Cthulhu, consentendo così ai giocatori di concentrarsi sul gioco di ruolo e sul gameplay.

Insomma, il fatto che Elder non sostituirà il dungeon master umano è alquanto auspicabile, anche perché dare in pasto a un’intelligenza artificiale gli inquietanti orrori della saga lovecraftiana potrebbe essere davvero controproducente: cosa succederebbe se un’AI evocasse mostri e entità orrorifiche da un’altra dimensione.

Il nuovo software che “insegna” a giocare a Call of Cthulhu è già disponibile in prova per gli abbonati a Quest Portal, con l’azienda che prevede di includere titoli come Pendragon, RuneQuest e 7th Sea tra quelli “gestibili” dall’intelligenza artificiale di Elder.

fonte

Ultimi articoli