Disney Lorcana: Upper Deck cita in causa Ravensburger

Disney Lorcana

Upper Deck ha annunciato di voler fare causa a Ravensburger ed a un game designer precedentemente in forza alla società californiana, in quanto con Disney Lorcana avrebbero plagiato alcune meccaniche di gioco inventate dalla stessa.

Negli atti di causa depositati, Upper Deck sostiene che l’ex designer Ryan Miller abbia copiato un gioco originale ideato per l’editore statunitense, aggiungendo poi che Ravensburger avrebbe riconfezionato e commercializzato quel gioco sotto il nome di Disney Lorcana.

La denuncia ufficiale afferma infatti che Miller ha lavorato con Upper Deck su un gioco chiamato Rush of Ikorr e che, dopo un anno e mezzo , ha lasciato il progetto per lavorare con Ravensburger.

Upper Deck afferma che il suo contributo di lavoro su Rush of Ikorr è stato trasferito pari pari su Lorcana, senza nemmeno sforzarsi di nascondere troppo il misfatto.

Le dichiarazioni di Upper Deck in merito alla denuncia nei confronti di Ravensburger

In una dichiarazione, il presidente di Upper Deck Jason Masherah ha dichiarato: “Abbiamo investito molto tempo e risorse per sviluppare un nuovo e innovativo gioco di carte collezionabili. La nostra attuale leadership apprezza l’importanza di proteggere la proprietà intellettuale sia di Upper Deck che dei suoi licenziatari.

Vogliamo che i giocatori e i fan continuino a divertirsi e ad avere accesso a giochi di carte collezionabili unici, innovativi e coinvolgenti. Incoraggiamo la concorrenza nel settore, ma crediamo fermamente anche nel rispetto delle regole per garantire che la comunità dei giocatori tragga vantaggio dalle diverse scelte creative di ciascun produttore”.

Più avanti nella denuncia, Upper Deck rivela una cronologia degli eventi che ritiene supporti la sua posizione, spiegando che, nonostante la partenza di Miller, hanno continuato a lavorare su Rush of Ikorr, un gioco che non era stato ancora annunciato pubblicamente, e che, solo quando le regole di Lorcana sono state rivelate, hanno notato che i giochi erano quasi identici. Gli atti, che verranno probabilmente prodotti nella causa, continuano poi elencando le regole di base per Ikorr, al fine di mostrare quali sarebbero state copiate da Miller e Ravensburger per la creazione di Disney Lorcana.

Le risposte di Ravensburger a questa citazione in causa per Disney Lorcana non si sono fatte attendere

Dopo poche ore dalla notizia sono prontamente arrivate le prime risposte da parte dell’editore di Villainous e Alien: Il gioco da tavolo.

Apparentemente Ravensburger non avrebbe ancora ufficialmente ricevuto la citazione in causa e quindi, al momento, la data di rilascio di Disney Lorcana resta fissata per agosto 2023.

Un portavoce ufficiale di Ravensburger avrebbe infatti detto a ComicBook.com Ravensburger non ha ricevuto un reclamo e quindi non può speculare su potenziali questioni legali. Noi di Ravensburger sosteniamo l’integrità del nostro team e l’originalità dei nostri prodotti“.

Da quanto si legge sul reclamo presentato da Upper Deck il Calamaio di Disney Lorcana in cui i giocatori mettono le carte dalla loro mano in una riserva che può essere utilizzata per evocare altre carte nel campo di gioco rappresenterebbe un plagio della Zona di Influenza ideata dai designer di Rush of Ikorr, che utilizza una meccanica di evocazione molto simile.

Il lancio di Disney Lorcana doveva essere uno dei più grandi debutti da tavolo del 2023, con molti rivenditori e fan interessati al gioco a causa della sua proprietà intellettuale. Le poche carte pre-rilascio rese disponibili al D23 dello scorso anno sono state vendute per migliaia di dollari sul mercato secondario e gli eventi di lancio alla GenCon sono andati esauriti in pochi minuti.

Ora non ci resta che vedere cosa succederà. Di certo se questa causa contro Disney Lorcana dovesse continuare il valore delle poche carte già in circolazione potrebbe crescere vertiginosamente!