Beastars: la mangaka Paru Itagaki incontra e disegna i Måneskin

Maneskin Beastars

La mangaka autrice dell’opera Beastars, Paru Itagaki, ha incontrato in Måneskin e li ha omaggiati con un disegno.

L’incontro è avvenuto durante la tappa giapponese del Loud Kids Tour della banda italiana (esibendosi a Tokyo, Chiba e Obata). Durante il loro concerto a Tokyo, presso il Toyosu Beat Club, la band ha potuto incontrare l’autrice del celebre manga (e figlia di Keisuke Itagaki, autore di Baki).

L’incontro sarebbe stato possibile perché il cantante Damiano David sarebbe un grande fan dell’opera della maestra.

La mangaka è nota per la sua estrema riservatezza, per questo durante l’incontro si è presentata con la sua iconica maschera da gallina. Dopo aver incontrato la band italiana, l’autrice ha realizzato un’illustrazione che rappresenta i ragazzi in compagnia dei protagonisti del celebre manga.

Ecco il video dell’incontro:

Beastars e Måneskin, il crossover che non ci aspettavamo, ma di cui avevamo bisogno

Beastars è un celebre manga shōnen scritto e disegnato da Paru Itagaki. L’opera è ambientata in un mondo popolato da animali antropomorfizzati. Qui, nonostante la pacifica convivenza tra le varie specie, permane un grande pregiudizio nei confronti degli animali carnivori.

Il protagonista della vicenda è il lupo Legoshi, uno studente dell’Istituto Cherryton che deve combattere contro le discriminazioni e i timori che gli altri provano nei suoi confronti. La vicenda prende una svolta inaspettata quando l’alpaca Tem viene brutalmente assassinata, e i sospetti ricadranno subito sul pover lupo.

Una manga avvincente e ben strutturato, che permette al lettore non solo di appassionarsi alla vicenda, ma anche di riflettere su temi che possono dirsi ancora attuali.

Il manga ha riscosso un grandissimo successo vincendo il premio Manga Taishō , il Premio culturale Osamu Tezuka e il Premio Kōdansha per i manga nel 2018.

Dall’opera è stata tratta anche la serie anime Beastars, andata in onda dal 2019 e distribuita in Italia da Netflix.

Insomma, il successo dei Måneskin è ormai diventato globale e questo aneddoto ne è la prova, avvicinando la band italiana anche al grandissimo mondo dei manga.

Chissà se in futuro ci sarà ancora qualche incontro che farà sognare.

 Fonte

Il Negozio delle Necessita Mobile Ads 2