Generazione 56K: ecco il nuovo trailer sulle note di “Come mai” degli 883

generazione 56k

È un inno agli anni ’90 il nuovo trailer di Generazione 56K la nuova serie TV Netflix tutta italiana prodotta da Cattleya e realizzata in collaborazione con The Jackal.

Ad accompagnare le immagini del video promozionale, visibile qui di seguito, ci sono le nostalgiche note di “Come mai” degli 883, colonna sonora degli amori di un’intera generazione.

Come Mai degli 883 accompagna il nuovo trailer di Generazione 56K

Nel trailer di Generazione 56K un primo sguardo al ritratto, ricco di contraddizioni, della generazione dei Millennial, travolta – alle soglie dell’adolescenza – dall’arrivo di Internet negli anni Novanta e che oggi vede nella tecnologia un elemento indispensabile nella propria vita: offre velocità, connessioni, infinite possibilità, ma orientarsi in questa varietà di opzioni non è sempre facile.

Ambientata tra Napoli e Procida, Generazione 56K è una serie di genere comedy basata su un’idea originale di Francesco Ebbasta e da lui scritta insieme a Costanza Durante, Laura Grimaldi e Davide Orsini, che ne è anche head writer.

Dietro la macchina da presa dei primi quattro episodi Francesco Ebbasta, mentre Alessio Maria Federici firma la regia dei restanti quattro.

Trama e data di uscita di Generazione 56K

Al centro della storia Daniel e Matilda, che si conoscono da giovanissimi e s’innamorano da adulti, e che, insieme agli amici di sempre, Luca e Sandro, sono il simbolo della Generazione del Modem 56K.

Daniel e Matilda vivono una relazione che rivoluzionerà il loro mondo e li costringerà a fare i conti con il passato e quella parte più pura e vera di se stessi che, in modi opposti, hanno dimenticato. Tutti gli episodi della serie intrecciano costantemente due linee temporali, due punti di vista, due fasi della stessa storia d’amore e di amicizia che parte nel 1998 e continua fino ai giorni nostri.

Generazione 56K sarà disponibile dal 1° luglio 2021 su Netflix nei 190 paesi in cui il servizio è attivo.

generazione 56k

Il cast della serie TV

Daniel e Matilda, sono interpretati rispettivamente da Angelo Spagnoletti e Cristina Cappelli, nella loro versione adulta, mentrea Alfredo Cerrone e Azzurra Iacone sono le controparti da ragazzini. Protagonisti della serie anche due componenti dei The Jackal nel ruolo degli amici storici di Daniel: Gianluca Fru è Luca e Fabio Balsamo è Sandro, rispettivamente interpretati, nella loro versione da bambini, da Gennaro Filippone e da Egidio Mercurio.

 

Nel cast anche Biagio Forestieri (Napoli Velata) nei panni di Bruno, Claudia Tranchese (Sotto il sole di Riccione, Gomorra la serie 4 stagione) in quelli di Ines e Federica Pironein nel ruolo di Cristina. Elena Starace interpreta Raffaella e Sebastiano Kiniger Enea.

Cosa è Cattleya?

Cattleya è uno dei maggiori produttori indipendenti italiani, ha al suo attivo più di 70 film e numerose serie televisive.

Negli ultimi anni Cattleya ha orientato le sue energie editoriali e produttive principalmente verso la serialità, con progetti mirati sia al mercato italiano che a quello internazionale. Titoli come Gomorra e Romanzo Criminale, amati da pubblico e critica, l’hanno posizionata come uno dei produttori di spicco dell’industria europea e le hanno permesso di creare di serie di grande successo internazionale, quali Suburra, ZeroZeroZero, Summertime e Romulus.

ITV Studios, la maggiore società di produzione e distribuzione del Regno Unito, nel 2017 ha acquistato una quota di maggioranza di Cattleya.

Chi sono i The Jackal?

Da youtube ai commercial per i grandi brand, The Jackal oggi è un collettivo artistico e società di videoproduzione da milioni di visualizzazioni.

Nel 2017 è uscito al cinema il loro primo film, “Addio fottuti musi verdi”, regia di Francesco Ebbasta, prodotto da Cattleya e the Jackal e distribuito da 01 Distribution.

Nel 2021 è uscito il loro primo libro “Non siamo mai stati bravi a giocare a pallone”, edito da Rizzoli, un’autobiografia che racconta il percorso e il successo dei The Jackal: da Lost in Google, Gay ingenui e Gli effetti di Gomorra sulla gente fino ali celebri hackeraggi al Festival di Sanremo.