banner justnerd desktop 2

banner justnerd mobile 1

Maradona e Holly e Benji: quando il “Pibe de Oro” segnò al Giappone dribblando 8 giocatori (compreso Holly)

maradona holly e benji

L’inattesa w triste scomparsa di Diego Armando Maradona, probabilmente il più grande calciatore di tutti i tempi, mi ha riportato alla mente quando il “Pibe de Oro” partecipò “indirettamente” a Holly e Benji.

L’anime calcistico per antonomasia che proprio negli anni ’80 – ’90, decenni che videro brillare al massimo la stella del campione argentino, in Italia conquistava milioni di appassionati, presentava personaggi ispirati ai calciatori più forti a livello mondiale.

Maradona e il suo gol più famoso celebrati anche in Holly e Benji, quando il personaggio ispirato al “Pibe de Oro” segnò una rete straordinaria

Anche se lo stesso Oliver Hutton (Ōzora Tsubasa) deve parte della sua ispirazione a Maradona, quando il suo autore Yoichi Takahashi fu folgorato dal talento di Diego durante i Mondiali Under-20 del 79 giocati in Giappone, fu solo successivamente che Takahashi creò il personaggio di Jorge Ramirez (Juan Diaz nella versione originale) ispirandosi a Maradona.

In particolare in Holly e Benji: sfida al mondo (seconda serie del manga), durante una partita delle Olimpiadi che si svolgono in Spagna, nei quarti di finale si sfidarono il Giappone e l’Argentina. Nel corso della partita, poi vinta dal Giappone, Ramirez è autore di una strepitosa tripletta, chiusa da una marcatura favolosa che celebra quello che forse è il gol più famoso di Maradona, ovvero la rete segnata all’Inghilterra durante i Mondiali del 1986 in Messico.

Qui di seguito è possibile vedere una parte di quella partita riproposta nell’anime composto da 13 OAV, distribuiti in Giappone da luglio 1989 al luglio 1990, e poi trasmessi in Italia nel 1995.

Descrizione del personaggio di Jorge Ramirez (Juan Diaz)

Chiamato Jorge Ramirez nella versione italiana di Shin Captain Tsubasa, è il regista e capitano della nazionale argentina, numero 10 presente in tutte le categorie d’età.

Nato a Buenos Aires da una famiglia molto povera, giocava a calcio per le strade della capitale argentina con quel che gli capitava fino a quando non venne notato da uno scopritore di talenti che gli propose un ingaggio.

Diaz è un autentico fuoriclasse capace di segnare un gol dribblando otto giocatori portiere compreso. Oltre a possedere un gran dribbling sa calciare molto bene rovesciate e Drive Shot, ed effettua un tiro speciale calciando la palla di tacco dopo una capriola mortale in avanti.

Dopo il torneo di Parigi U-15 milita negli Argentinos Juniors, successivamente al mondiale U-20 si trasferisce al Boca Juniors dove, dopo aver superato un serio infortunio vincerà la Coppa Libertadores.

Dopo aver firmato per il Napoli, è autore di una doppietta nella partita che la sua Argentina perde per 3-2 contro il Giappone alle Olimpiadi di Madrid.

 

Il Negozio delle Necessita Mobile Ads 2