Negli Eoni Fedele: la recensione del librogame tra indagini e esoterismo

negli eoni fedele librogame

Vampiri, maledizioni e un caso di persone scomparse, il tutto ambientato in un’Italia in cui si mescolano esoterismo e crime degli anni ’70. Ecco, questa è soltanto una parte di quello che troverete leggendo Negli Eoni Fedele, librogame della SpaceOrange42 scritto da Andrea Tupac Mollica su un soggetto di Helios Pu.

Ecco Negli Eoni Fedele, librogame realizzato da Andrea Tupac Mollica ed Helios Pu. Una storia di esoterismo, creature demoniache e un’indagine da risolvere

In questo librogame (255 paragrafi) vestiremo i panni di Elia Santacroce, Maresciallo in forze presso i Carabinieri dell’Occulto (COC), un reparto speciale che ha il compito di salvaguardare la popolazione da agenti demoniaci, forze sovrannaturali e altre insidie dell’oscurità. Ebbene sì, perché Negli Eoni Fedele è ambientato in un’Italia dei giorni nostri in cui però c’è chi combatte per proteggerci da vampiri, lupi mannari e altre forze esoteriche e demoniache che si celano ai nostri occhi.

Come Elia Santacroce saremo chiamati a Bologna e assisteremo ad un evento decisamente prodigioso: nel Monastero del Corpus Domini, la mummia di Santa Caterina pronuncerà un vaticinio che ci porterà a indagare sulla scomparsa di alcuni ragazzi che facevano parte della Pantera 79, una squadra della COC scomparsa proprio nel 1979 in Molise, terra misteriosa accessibile solo in particolari momenti grazie a determinate congiunzioni astrali. Secondo i vaticini della Santa quel momento sta per arrivare e quindi non possiamo farci sfuggire l’occasione di scoprire che cosa ne è stato dei colleghi scomparsi vent’anni prima.

NEGLI EONI FEDELE, il libro-gioco di Helios Pu e Andrea Tupac Mollica, è emerso dalla cupa oscurità degli abissi di R’…

Pubblicato da SpaceOrange42 su Giovedì 23 luglio 2020

Lupi Mannari, vampiri, entità malevole e demoniache, morti che risorgono, antiche maledizioni, alieni da altri pianeti ed entità provenienti da strani piani di esistenza. Sono intorno a noi, da sempre. Sai perché non te ne sei mai accorto? Perché la nostra Patria è protetta da un reparto speciale dell’Arma che da quasi un secolo difende l’italico suolo e la sua brava ed operosa gente dalle insidie dell’oscurità. In questa avventura il protagonista sei TU. Vestirai i panni del Maresciallo Elia Santacroce del COC, ed insieme alla tua squadra di Agenti ti lancerai in una corsa contro il tempo per salvare i membri della Squadra Speciale Pantera 79, che molti anni fa scomparve in circostanze misteriose in una terra leggendaria e inarrivabile: il Molise! Mummie che parlano, contrabbandieri licantropi, antiche sepolture preistoriche, strani liquori, sagre di paese, caciotte giganti ed il terrificante labirinto della burocrazia: nessuna fatica, nessun pericolo ti sarà risparmiato.
Maresciallo Santacroce, sei pronto ad affrontare la sfida?

I primi passi dentro il librogame: tra ambientazione e sistema di gioco

La prima cosa che ci troveremo a fare è andare a definire quelle che sono le caratteristiche del nostro personaggio, ossia del Maresciallo Santacroce. Sottolineo subito come già in questa prima parte del librogame si nota l’originalità e il tono divertente del testo: compileremo la parte dedicata al nostro personaggio non in una sezione preliminare a parte prima dell’inizio del racconto, bensì all’interno della storia stessa del librogame, in uno scambio comico di battute e scartoffie burocratiche con un funzionario dei Servizi.

Negli Eoni Fedele utilizza un sistema di gioco per librogame denominato Venture System, ideato da Umberto Pignatelli e Mauro Longo. Si tratta di un sistema che non prevede l’utilizzo di dadi, eliminando così il fattore casuale. Nel nostro cartellino/Scheda Personaggio troveremo alcuni valori: Resistenza, Fortuna, Combattività e Volontà.

Per definire la nostra Combattività (prestanza fisica) e la Volontà (doti sociali e mentali) avremo 10 punti, che potremo suddividere come vogliamo tra queste due caratteristiche. Quando ci sarà necessità, il testo ci chiederà di valutare il nostro livello di queste caratteristiche per poter o meno superare una certa prova. Ad esempio, per convincere una persona potremo dover aver bisogno di raggiungere Volontà 7, se nella scheda abbiamo questo valore (o lo superiamo) la prova è superata, altrimenti no. I valori di Combattività e Volontà possono essere modificati da oggetti, aiuti di Alleati o altri bonus di vario tipo che si incontrano durante l’avventura.

Il discorso è differente per Resistenza e Fortuna, due valori che indicano rispettivamente la condizione fisica e la riserva di energie interiori. Si inizia con 10 punti in Resistenza e 2 punti in Fortuna, ma questi possono subire variazioni durante l’avventura perché si può decidere di ottenere dei bonus temporanei per superare le Prove spendendo punti in queste due caratteristiche. Insomma, si tratta di un sistema semplice e lineare che elimina l’aleatorietà e che ha anche al suo interno una interessante (anche se non preponderante) dinamica della gestione delle risorse.

Uno degli elementi di nota di questo librogame è la sua ambientazione. Infatti, Negli Eoni Fedele propone, all’interno di un setting contemporaneo, elementi esoterici e della tradizione horror creando così una suggestionante storia in cui realtà e fantasia si compenetrano, per creare un mix davvero interessante. Non solo, ma la storia del nostro personaggio ricorda molto da vicino le serie e i romanzi del poliziesco all’italiana fatti di intrighi e delitti, ma anche di elementi da commedia, con gag e scambi di battute divertenti tra i personaggi. Insomma, quel poliziesco della tradizione nostrana in cui ci si affeziona al protagonista principale che non ha doti da super-detective all’americana e che spesso sbaglia, cerca di fare il suo lavoro nonostante la burocrazia e che non disdegna la compagnia delle belle donne.

Non solo, una caratteristica dell’ambientazione del librogame che ho particolarmente apprezzato è il fatto che la storia, ambientata in Italia, vada a ripescare luoghi, tradizioni, antiche credenze e feste popolari del Belpaese. Un aspetto decisamente affascinante che permette di scoprire di più riguardo le tradizioni di varie regioni italiane e su quanto questo background fockloristico sia ammaliante e ancora molto presente nella nostra cultura.

Un’avventura bella da leggere e giocare

Arrivata alla fine di Negli Eoni Fedele la prima cosa che ho pensato (dopo aver riso per la divertentissima scena “post-credit”) è stato il fatto che la storia è scritta davvero molto bene. Non c’è stato un singolo momento in cui ho scorso velocemente con la lettura dei capitoli per vedere a quale altro paragrafo sarei dovuta andare successivamente perché ogni parte del racconto è scritta in maniera scorrevole e coinvolgente. Elemento secondo me da non sottovalutare, che rende il librogame bello da leggere oltre che da giocare.

Per quanto riguarda la rigiocabilità, invece, Negli Eoni Fedele parla della risoluzione di un mistero, quindi inevitabilmente una volta arrivati positivamente alla fine della storia anche ricominciando da capo si saprà già come andrà a finire. Detto questo, il piacere di rigiocare a questo librogame c’è perché alcuni indizi potrebbero essere sfuggiti e ci sono degli elementi di variabilità nella storia anche in base a chi sarà il collega che via via sceglieremo per accompagnarci nelle nostre avventure (ebbene sì, avremo degli Alleati).

Un altro elemento che ho apprezzato è che Negli Eoni Fedele è un librogame che grazie al suo sistema di gioco e alla sua ambientazione si adatta molto bene anche ai neofiti. Non è eccessivamente complicato e la narrazione prosegue grazie alla nostra capacità di scegliere quei capitoli che sono migliori per risolvere gli intrighi e gli enigmi che la storia ci pone dinanzi. Questo vuol dire che non tutti i capitoli saranno utili al proseguimento della storia e alle volte alcune scelte ci porteranno a un “nulla di fatto” e ci toccherà tornare indietro.

Negli Eoni Fedele è un buon librogame, ottimo se amate il crime anni ’70 o se siete appassionati lettori di thriller all’italiana. Un grande esempio di scrittura e un’avventura divertente e coinvolgente che mi porta a sperare, come già accade per i numerosi gialli italiani, in un proseguo delle storie del Maresciallo Santacroce per scoprire insieme a lui nuovi misteri e orrori… e aiutarlo a uscire dai guai!

negli eoni fedele librogame
Negli Eoni Fedele
Negli Eoni Fedele è un librogame realizzato da Andrea Tupac Mollica ed Helios Pu ambientato in un'Italia contemporanea in cui però ci sono forze demoniache e soprannaturali che agiscono nell'oscurità. Per proteggerci esiste il reparto segreto dei Carabinieri dell'Occulto (COC) e noi vestiremo i panni del Maresciallo Elia Santacroce, in azione per recuperare alcuni colleghi scomparsi nella misteriosa terra del Molise. Un ottimo librogame che unisce il piacere dell'indagine poliziesca a un'ambientazione ricca di elementi esoterici e sovrannaturali (vampiri, lupi mannari, sedute spiritiche ecc) il tutto condito con una buona dose di divertimento e comicità. Un librogame bella da leggere e giocare!
Pro
Librogame che propone una storia originale e divertente ambientata in un'Italia contemporanea in cui però vivono creature soprannaturali e forze dell'oscurità
Scorrevolezza e semplicità lo rendono adatto anche ai nuovi giocatori
Contro
Alcune volte i bivi non sono scenari alternativi ma situazioni in cui siamo costretti a tornare indietro
Poca rigiocabilità
8
Voto Finale
guest
0 Commenti
Feedback in ordine
Vedi tutti i commenti
...e questo?
Power Rangers Deck building Game
Power Rangers Deck-building Game presto sui nostri tavoli