Ritorno al Futuro: come finanziava i suoi esperimenti Doc Brown?

Costruire un macchina del tempo, usando soprattutto una bella automobile, non è economicamente facile. Cosi come non è stato facile costruire il Treno del Tempo alla fine del 1800 in Ritorno al Futuro Parte 3. È tempo quindi di cercare di capire come ha fatto Doc a trovare i finanziamenti per i suoi esperimenti, grazie anche alle ultime informazioni rilasciate dallo sceneggiatore della saga, Bob Gale.

Come ha fatto Doc Brown a trovare i soldi per costruire la macchina del tempo in Ritorno al Futuro? Ce lo spiega Bob Gale, sceneggiatore del film

Di Emmett L. Brown, alias Doc, sappiamo relativamente poco. Le poche informazioni che abbiamo arrivano, ovviamente, dalla trilogia di Robert Zemeckis, ma qualche dettaglio lo si può trovare anche nella serie animata, con parte del suo passato scoperto anche grazie al videogioco di qualche anno fa e dai fumetti. In molti, guardando i film di Ritorno al Futuro si sono chiesti: “Con quali soldi ha costruito una macchina del tempo Doc Brown?”

Già, con quali soldi? Perché sappiamo bene che i genitori di Emmett emigrarono dalla Germania all’America nel 1908, ma non sappiamo che lavoro potrebbe aver fatto lo scienziato per avere abbastanza soldi da completare il suo più grande esperimento.

Un aiuto nel risolvere questo mistero ci arriva direttamente dallo sceneggiatore Bob Gale, che intervenendo allo show dei fratelli Russo “Pizza Film School” ha accennato a quanto potrebbe aver fatto Doc per riuscire a finanziarsi.

Se ricordate, all’inizio del film, viene mostrata la pagina di un giornale dove l’articolo parlava di un incendio che aveva distrutto la casa dello scienziato. Per quel motivo Doc si era stabilito in un garage, con i pochi oggetti che era riuscito a salvare.

Basandosi su questo incendio doloso, Gale insinua che Doc potrebbe aver finanziato i suoi progetti grazie ad una frode assicurativa. Potrebbe aver quindi incendiato di proposito casa sua per ottenere il risarcimento dei danni da parte dell’assicurazione.

Insomma, fra truffe e furti di Plutonio, il buon Doc si è dato molto da fare per portare a termine la sua invenzione che successivamente, a detta sua, “non ha fatto altro che causare disastri”. Ma in nome della scienza questo ed altro.

Chissà se Bob Gale ha in serbo altri interessanti retroscena della vita di Doc Brown. La cosa certa è che noi, da bravi appassionati di Ritorno al Futuro, non vediamo l’ora di scoprirli.

...e questo?
creators - the past
Creators: The Past, data di uscita e final trailer per l’imminente kolossal sci-fi italiano