Coronavirus: un avvocato protesta travestendosi da Cupo Mietitore e scacciando i bagnanti

Secondo l’avvocato Daniel Uhlfelder il rischio di contrarre il Coronavirus è ancora alto e molte persone non l’hanno ancora capito, decidendo così di attuare una protesta pacifica travestendosi da Cupo Mietitore… in spiaggia.

Alcuni bagnanti in una spiaggia della Florida nord-orientale si sono dispersi alla vista della Morte Personificata, l’intento di Uhlfelder è chiaro: denunciare la riapertura di alcuni luoghi che, se affollati, potrebbero mettere a repentaglio la vita di molte persone.

L’avvocato Daniel Uhlfelder veste i panni del Cupo Mietitore per spaventare e disperdere alcuni bagnanti. Il contagio da Coronavirus può ancora diffondersi

Non accade tutti i giorni di  godersi il cado sole della Florida e accorgersi che il tuo vicino di ombrellone è il Cupo Mietitore! È successo in una spiaggia del “Sunshine State”, più precisamente nella Contea di Walton.

Daniel Uhlfelder è un avvocato preoccupato per la repentina riapertura di molti luoghi di aggregazione mentre tutto il paese sta ancora lottando contro il pericolo del COVID-19. Il legale ha trovato un modo originale di protestare: Uhlfelder si è presentato in spiaggia con la maschera della Nera Mietitrice, e come in un film horror ha spaventato i bagnanti per spingerli a disperdersi.

Dobbiamo prendere in mano la situazione, perchè sfortunatamente i nostri leader non stanno facendo la cosa giusta.

Ha detto Daniel durante un’intervista a USA Today, aggiungendo:

In questo modo posso trasmettere il messaggio che questo è un virus mortale e che dobbiamo pensarci e prendere un po’ di tempo prima di tuffarci in questo tipo di cose. Questo è un simbolo di quanto sia grave questa situazione.

Il mese scorso Daniel ha annunciato sui social che sarebbe stato disposto a recarsi sulle spiagge vestito da Grim Reaper per protestare contro la riapertura delle spiagge durante la crisi. La Florida, entra oggi, 4 maggio, nella fase di riapertura e ha oltre 1.200 morti e oltre 33.000 casi confermati del nuovo Coronavirus (dati raccolti dalla Johns Hopkins University).

Molti di voi mi hanno chiesto se sono disposto a viaggiare per la Florida nelle spiagge e in altre aree che lo Stato ha aperto prematuramente indossando gli abiti del Cupo Mietitore. La risposta è assolutamente si. A partire dal 1 maggio inizieremo un viaggio attraverso lo stato. Per piacere ritwittate e diffondete la voce.

Ron DeSantis, il governatore della Florida, ha deciso di riaprire le spiagge a metà aprile, portando molte persone ad affollarsi sulle spiagge di Jacksonville. Dall’altra parte del paese, il governatore della California, Gavin Newsom, ha annunciato che alcune spiagge del suo stato sarebbero state temporaneamente chiuse in risposta alle “inquietanti” immagini di folle che popolano le spiagge.

L’opinione di Uhlfelder è chiara:

Penso che dobbiamo chiudere temporaneamente le spiagge fino a quando non avremo tutto sotto controllo. Queste mezze misure, o “certe attività a certe ore”, sono poco pratiche e non sono fattibili, la gente non obbedirà. In un mondo ideale, certo. Ma chi conosci che andrà in spiaggia tenendo la distanza sociale di 2 metri dalle altre persone?

NBC News: un avvocato pianifica di visitare le spiagge della FLorida vestito da Cupo Mietitore per avvisare la gente di mantenere la distanza.

Daniel  Uhlfelder ha pianificato un vero e porpio tour con tanto di gadget, sostenuto da migliaia di retweet.

All’inizio di aprile Uhlfelder e un collega avvocato hanno denunciato DeSantis tentando di convincere il governatore a chiudere tutte le spiagge della Florida. Daniel ha spiegato:

Perché lo sto facendo? Perché dobbiamo fare qualcosa. Il messaggio non trasmette che si tratta di un virus mortale. Questa è un’emergenza per la salute pubblica e non abbiamo bisogno di aprire le porte della nostra area affinché le persone in tutto il mondo continuino a diffondere questo virus.

Voi cosa ne pensate della protesta di Daniel? Fatecelo sapere con un commento!

Fonte: USA Today

...e questo?
Jeeg Robot, il comune di Narni vorrebbe dedicare una strada al Robot d’Acciaio