Star Wars: Palpatine era un clone e Ian McDiarmid lo aveva letto nel copione de L’Ascesa di Skywalker

Una delle rivelazioni più importanti dell’universo di Star Wars emerse in questi giorni riguarda Palpatine, il personaggio interpretato da Ian McDiarmid anche ne L’Ascesa di Skywalker e che, però, abbiamo scoperto recentemente essere solamente un clone dell’imperatore conosciuto nella trilogia originale.

I fan hanno scoperto che, in Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, Palpatine era in realtà un clone, ma Ian McDiarmid già lo sapeva

Una rivelazione arrivata un paio di giorni fa dal romanzo scritto da Rae Carson e tratto proprio dal film diretto da J.J. Abrams nel quale, tuttavia, nessun indizio o scena ha mai fatto menzione della cosa. E in realtà una scena sul fatto che l’imperatore Palpatine presente sul grande schermo fosse in realtà un clone doveva esserci, come rivelato dallo stesso McDiarmid in occasione del recente London Comic Con Spring a cui l’attore ha partecipato.

L’interprete dell’Imperatore ha infatti spiegato di essere già a conoscenza della cosa, poiché sul copione del film era presente una scena (poi tagliata) in cui veniva spiegata tutta la faccenda del clone:

 “Il fatto che sia un clone? Sì, ovviamente c’erano tutte delle spiegazioni per il motivo per cui potevo tornare. Ma è interessante perché a un certo punto la sceneggiatura aveva una battuta in quella prima scena con Adam Driver in cui dice ‘Sei un clone’. E io rispondevo nello script originale ‘Più di un clone. Meno di un uomo’. Che mi sembrava riassumesse tutto alla perfezione“.

Mentre il romanzo completo, dove potremo scoprire tutti i retroscena del caso, sarà reso disponibile nelle librerie a stelle e strisce solamente il prossimo 17 marzo, la spiegazione di come Palpatine possa essere un clone è stata già in parte rivelata in alcune pagine del libro, apparse in anteprima in rete in questi giorni.

In un paio di passaggi è chiaramente spiegato che a scoprirlo è stato Kylo Ren, quando arriva per la prima volta su Exegol (il pianeta dei Sith di cui, fino a quel momento, non avevamo mai sentito parlare). Ben trova nella caverna alcune fiale, tutte vuote tranne una, ricordando che da ragazzo, quando aveva studiato le Guerre dei Cloni, aveva appreso di come quel liquido servisse “a sostenere la carne putrida dell’Imperatore“. Quel corpo era necessario per proteggere lo spirito di Palpatine ma “era come una nave imperfetta, incapace di contenere il suo immenso potere. Non sarebbe durato a lungo“.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere tramite un commento qui sotto!

Fonte: CB

...e questo?
Uncharted: causa coronavirus, il film è stato rinviato (ancora una volta)