Ender’s Game: un sequel del film sarà mai realizzato?

Ender’s Game, il film che per Summit Entertainment doveva lanciare un nuovo entusiasmante franchise fantascientifico (poco tempo prima era terminata con successo la saga di Twilight della stessa casa produttrice), non ha mai visto l’arrivo di un sequel.

Il primo film, tratto dall’omonimo romanzo del 1985 di Orson Scott Card A QUESTO INDIRIZZO(che potete trovare ), ci ha lasciati con Andrew ‘Ender’ Wiggin (Asa Butterfield) che scopre di non aver partecipato ad una simulazione, ma di aver invece contribuito all’estinzione della razza aliena dei Formic che, anni prima, aveva attaccato la Terra. Un finale che avrebbe dovuto aprire la strada all’arrivo de “Il Riscatto di Ender”, il sequel di Ender’s Game (Il Gioco di Ender in Italia) tratto dal secondo romanzo della saga che, però, non è mai stato realizzato.

Che fine ha fatto il sequel di Ender’s Game? Il film verrà realizzato in futuro?

Nonostante un cast di tutto rispetto (Harrison Ford era il Colonnello Hyrum Graff, Ben Kingsley il Comandante Mazer Rackham e Viola Davis il Maggiore Gwen Anderson, solo per citarne alcuni), la presenza di una giovane promessa di Hollywood, Asa Butterfield, e una sceneggiatura tratta da uno dei racconti di fantascienza più amati degli ultimi 50 anni, Ender’s Game è affondato al box office.

Costato alla produzione ben 110 milioni di dollari il film ne ha incassati “solamente” 125,5 milioni in tutto il mondo, rendendolo di fatto un vero e proprio flop al botteghino. Quell’anno, come se non bastasse, i media infilarono il dito nella ferita ancora aperta della Lionsgate definendo il film del regista Gavin Hood come “il peggior disastro dell’anno”.

Un motivo più che sufficiente per far decidere allo studio di chiudere prematuramente il franchise.

Il regista avrebbe voluto girare il sequel di Ender’s Game già insieme al primo film, come rivelato in una sua intervista con Hypable, ma le cose sappiamo che non sono andate come previsto:

“È un peccato per sotto molti aspetti perché quel cast era già lì, i set erano tutti lì, avremmo dovuto girare i due film uno dopo l’altro”

Oggi sarebbe impossibile riunire il cast del primo film

Già nella pellicola originale, Asa Butterfield e Hailee Steinfeld sono molto più grandi della loro controparte pre-adolescente dei romanzi. Oggi, a distanza di 7 dall’uscita del film, sarebbe improponibile rivedere gli stessi protagonisti in un ipotetico sequel.

E poi c’è il “problema” di Harrison Ford, Ben Kingsley e Viola Davis; con Ford che dopo Han Solo, Rick Deckard e Indiana Jones non sembra aver nessuna intenzione di tornare nuovamente su un vecchio personaggio. Il costo per un cast simile dopo il flop del primo film, poi, spaventerebbe anche la major più importante.

Una serie TV di Ender’s Game invece del sequel?

L’ipotesi più probabile è che, prima o poi, qualche grande colosso dello streaming (avete detto Netflix?) possa realizzare una serie spin-off legata alla saga; ipotesi che, tra le altre cose, era già stata paventata poco dopo l’arrivo del film al cinema dalla stessa Lionsgate.

Sfortunatamente non ci sono mai stati sviluppi su quel fronte dal 2013, quando il sequel di Ender’s Game ha trovato la sua fine inaspettata.

Vi sarebbe piaciuto vedere un sequel del film? Fatecelo sapere tramite un commento qui sotto!

...e questo?
Ghostbusters: aperti i preordini per la replica del fucile protonico di Spengler!