Il sequel di World War Z un giorno si farà, secondo i suoi produttori

World War Z

La travagliata storia del sequel di World War Z non sembra esser ancora terminata e, a distanza di un anno esatto dall’annuncio della sua cancellazione, c’è chi spera ancora di poterlo realizzare.

Il sequel di World War Z potrebbe ancora esser realizzato un giorno. Lo rivela il produttore del primo film Jeremy Kleiner

Intervistato dal The Hollywood Reporter, il produttore del film originale del 2013, Jeremy Kleiner, ha spiegato che non tutto sembra esser perduto e che spera ancora di poter realizzare un giorno il sequel della pellicola zombie con Brad Pitt.

“Un giorno forse. Amiamo il libro di Max Brooks” ha detto Kleiner. “Amiamo l’universo contenuto nel libro. Non ci sentiamo come se la storia di World War Z è terminata e fossimo passati oltre”.

World War Z 2

 

Il primo film era arrivato a costare circa 200 milioni di dollari, a causa anche delle numerose riprese aggiuntive che si erano rese necessarie all’epoca. Fortunatamente la pellicola incassò 540 milioni di dollari globalmente, decretando il successo del lungometraggio tratto dal libro di Max Brooks, oggi già diventato un piccolo cult del genere zombie.

Una tempesta perfetta fatta di impegni di Brad Pitt, dubbi ai vertici della Paramount Pictures e ritardi nella pre-produzione del sequel di World War Z ne avevano però decretato la fine prematura lo scorso anno.

Ora, come ogni zombie che si rispetti, riuscirà la pellicola a risorgere dalla sua morte?

Cosa ne pensate? Vi piacerebbe veder realizzato World War Z 2? Fatecelo sapere tramite un commento qui sotto!

...e questo?
Ritorno al Futuro: Robert Downey Jr. e Tom Holland diventano Doc e Marty nel deepfake più bello di sempre