Milan Games Week 2020: annunciate le date della decima edizione

milan-games-week

Sono state annunciate le date ufficiali della Milan Games Week 2020, la decima edizione dell’evento videoludico più importante d’Italia che, in occasione del decimo anniversario, sicuramente ci riserverà novità e sorprese ancor più sorprendenti rispetto alla passata edizione.

Annunciate le date della Milan Games Week 2020, la decima edizione dell’evento videoludico più importante d’Italia

La fiera, che oltre ad addetti e appassionati del settore videoludico, vede anche la partecipazione di tantissimi cosplayer, si terrà da venerdì 2 a domenica 4 ottobre sempre presso l’area di Fiera Milano a Rho.

Forte del crescente successo delle precedenti edizioni, Milan Games Week, l’evento di Fiera Milano e Fandango Club dedicato al mondo dei videogiochi, degli e-sport e dell’home entertainment, si prepara a festeggiare la 10a edizione.

Il più grande consumer show italiano dedicato al mondo gaming andrà in scena nel quartiere espositivo fieramilano a Rho da venerdì 2 a domenica 4 ottobre 2020.

Cresciuta nel tempo, Milan Games Week  ha registrato di anno in anno nuovi record di visitatori ed è oggi un appuntamento imperdibile sia per gli appassionati sia per i brand che vogliono alimentare e consolidare la relazione con i target più giovani.

Non mancheranno, quindi, tutti quegli ingredienti che nel corso degli anni hanno reso Milan Games Week l’evento videoludico più importante e visitato d’Italia: dalle immancabili anteprime dei titoli più attesi agli imperdibili tornei nella sempre più imponente area esport, senza dimenticare le special guest di spicco provenienti non solo dall’universo gaming o dal web, ma anche da quello musicale, televisivo e cinematografico.

Nel corso dei prossimi mesi verranno svelate tutte le novità della 10a edizione di Milan Games Week. Tutti i dettagli di Milan Games Week date saranno consultabili sui social media o sul sito ufficiale dell’evento.

...e questo?
Laureati Invaders
Laureati Invaders: ecco il gioco con il governatore De Luca che incenerisce chi festeggia la laurea