Joker, i cinema USA avvertono i genitori: “Non è per bambini, è molto violento e non c’è Batman!”

joker

Joker è pronto al debutto nelle sale cinematografiche italiane con le anteprime, mentre domani sarà il gran giorno per gli USA che si preparano ad accogliere il film vincitore del Leone d’Oro a Venezia con qualche patema di troppo, considerata l’anima violenta del film e le triste vicende di cronaca degli ultimi mesi come le sparatorie in Texas dello scorso luglio.

Una catena di cinema americana avvisa i genitori che Joker non è un film da far vedere ai bambini perché è estremamente violento e crudo

La Alamo Drafthouse Cinema, una catena di sale cinematografiche statunitensi, pur non cavalcando l’onda di questi timori, ha voluto comunque portare all’attenzione del pubblico, in particolar modo quello composto dalle famiglie, il fatto che la pellicola di Todd Phillips interpretata da Joaquin Phoenix non è un film per bambini perché trasmette “vibrazioni negative”.

Tramite i suoi canali social la società, che gestisce circa 40 sale in tutti gli USA, è stata ben chiara su cosa ci si dovrà aspettare da Joker:

Avviso per i genitori (questo non è uno scherzo), Joker è stato classificato come vietato ai minori per delle buone ragioni. È pieno di un linguaggio volgare, c’è tanta violenza e ci sono tante sensazioni negative.

È una rappresentazione cruda, oscura e realistica in stile Taxi Driver della discesa di un uomo nel baratro della follia. Non è un film per i bambini e non gli piacerà. Non c’è Batman.

Un film rated R (Restricted cioè che contiene materiale adulto e per il quale i genitori sono invitati a informarsi di più sul film prima di portare i propri figli con sé), come è Joker, dovrebbe già mettere in guardia i genitori, ma le raccomandazioni di Alamo sembrano voler avvertire ancora meglio coloro che cercheranno di ignorare il divieto portando i bambini al cinema.

Sinossi del film

Joker ruota attorno all’iconico arcinemesi con una storia autonoma e originale mai vista prima sul grande schermo.

L’esplorazione che Phillips fa su Arthur Fleck (Phoenix), un uomo ignorato dalla società, non è solo uno studio crudo del personaggio, ma anche un racconto di più ampio respiro.

Nel cast del film, oltre a Joaquin Phoenix, troveremo anche Zazie Beetz (“Deadpool 2”), Bill Camp (“Red Sparrow”, “Molly’s Game”), Frances Conroy (le serie TV “American Horror Story”, “Castle Rock” di Hulu), Brett Cullen (“42 – La vera storia di una leggenda americana”, “Narcos” di Netflix), Glenn Fleshler (le serie TV “Billions”, “Barry”), Douglas Hodge (“Red Sparrow”, “Penny Dreadful” in TV), Marc Maron (le serie TV “Maron”, “GLOW”), Josh Pais (l’imminente “Motherless Brooklyn”, “Insospettabili sospetti”), e Shea Whigham (l’imminente “First Man – Il primo uomo”, “Kong: Skull Island”).

Scott Silver ha scritto la sceneggiatura insieme a Todd Phillips, che ne sarà anche il regista, mentre Phillips e Bradley Cooper ed Emma Tillinger Koskoff saranno i produttori con Richard Baratta, Joseph Garner e Bruce Berman che fungeranno da produttori esecutivi.

Fonte: EW

Leggiamo altro?
Roger roger, nel trailer di Star Wars: L’Ascesa di Skywalker c’è anche un droide da battaglia