L’Universo è più giovane di quanto pensiamo?

Come misuriamo l’età dell’Universo? Sapendo a che velocità si espande e, conoscendo le sue dimensioni, ecco trovata la sua età. Ma a quanto pare l’Universo si espande ad una velocità maggiore di quanto si pensava e questo, naturalmente, lo rende più giovane.

universo in un cerchio

Vediamo insieme una delle ultime scoperte, pubblicata di recente sulla rivista Science, di un gruppo internazionale di astrofisici.

Una ricerca ha suggerito che la costante di Hubble, indicante la velocità di espansione dell’Universo, sia maggiore; questo lo renderebbe più giovane

Diciamo subito che si tratta di una ricerca ancora in fase “iniziale”, e che il margine di errore è ancora troppo alto per poter fare affermazioni sufficientemente certe sulla questione. Tuttavia, a detta degli stessi autori, le misure diverranno man mano più accurate con l’aumento dei dati a disposizione.

Parlando di cifre, di quanto è possibile affermare che (forse) l’Universo è più giovane di quanto pensavamo?

La costante di Hubble indica, in estrema semplificazione, la velocità con cui le galassie si allontanano da noi. Fin ora, quest’ultima è stata stimata essere tra i 66 e i 73 km al secondo per megaparsec. Questo studio, però, suggerisce che essa sia invece circa di 82.

Una differenza di quasi il 20% in più, mica bruscolini. Magari fossi io più giovane del 20%!

In realtà, come dichiarato dagli autori stessi, tutto ciò deve essere preso con le pinze. Ciò che è veramente rivoluzionario, secondo loro, è il nuovo metodo con cui hanno ricavato questa misura. Perché, nonostante il valore della costante di Hubble da loro ipotizzato sia ancora potenzialmente inaccurato, la sua accuratezza è sicuramente destinata a crescere con ulteriori osservazioni.