Pandemic: Reazione Rapida – Recensione

Pandemic Reazione Rapida
Pandemic Reazione Rapida
Data di uscita
giugno 2019
Autore
Kane Klenko
Editore
Asmodee
Lo puoi acquistare su...

In contemporanea mondiale il 23 giugno è uscito Pandemic: Reazione Rapida, il nuovo gioco da tavolo della serie Pandemic realizzato da Kane Klenko per la Z-Man e tradotto e distribuito in Italia da Asmodee.

In caso di catastrofe…
L’umanità  ha bisogno di voi!

Dopo un po’ di partite di prova, passate a salvare nuovamente il mondo dall’ennesima crisi globale, siamo pronti a dirvi la nostra su questo nuovo titolo della serie di Matt Leacock (ma in cui Leacock non c’è).

La recensione di Pandemic: Reazione Rapida

Pandemic: Reazione Rapida è solo il secondo gioco della famiglia Pandemic a non vedere la collaborazione diretta di Leacock, e il cambio netto di approccio si vede fin da subito. Pur rimanendo un collaborativo puro, questo nuovo gioco porta al tavolo quello che nella serie di Pandemic non si era mai visto: una vera e propria corsa contro il tempo. Stavolta l’urgenza non sarà scandita dal numero delle azioni dei giocatori, ma da una clessidra!

Reazione Rapida è infatti un gioco in tempo reale: la velocità, di azione e di pensiero, è dunque una delle abilità richieste per giocare con successo a questo titolo. Si può giocare da 2 a 4 giocatori e un massimo di 10 giri di clessidra limitano la durata di ogni partita a 20 minuti; ciò lo rende anche un buon gioco da intavolare quando il tempo è poco.

Contenuto della scatola e qualità dei materiali

  • 24 dadi
  • 4 pedine
  • 20 Casse di Scorte
  • 1 segnalino Aereo con piedistallo
  • 24 carte Città
  • 7 carte ruolo
  • 4 carte di consultazione
  • 15 carte crisi
  • 1 tabellone dell’Aereo
  • 1 clessidra da due minuti
  • 9 segnalini Tempo
  • 1 segnalino Scorie

Tutto il materiale è di buon livello, con i dadi che meritano una menzione speciale poiché veramente ben fatti; mentre delle carte più spesse non sarebbero state fuori posto, specie considerando l’alto livello qualitativo del resto del materiale. Ma non necessitando dell’alto numero di rimescolamenti di altri giochi della serie, è un peccato veniale. Se come noi siete attenti alla buona conservazione del vostro patrimonio di giochi, consigliamo comunque di imbustarle con queste bustine.

Le illustrazioni, realizzate da Atha Kanaani, sono piuttosto evocative; la simbologia è chiara e d’immediata comprensione. Il rapporto qualità/prezzo è adeguato al contenuto della scatola.

Come si gioca a Pandemic: Reazione Rapida

Ogni giocatore riceve un ruolo, una pedina, 6 dadi e una stanza di partenza. Il tabellone rappresenta l’Aereo su cui viaggiamo in qualità di Unità Anticrisi: possiede 7 stanze. 5 sono per la produzione delle Casse di Scorte (Acqua, Cibo, Energia, Pronto Soccorso e Vaccini), una è il Centro di Riciclaggio per il riciclo delle Scorie e, infine, c’è la Stiva, dove accumuliamo le Scorte prodotte e le paracadutiamo sulle Città.

Lanciando i dadi un massimo di tre volte nel nostro turno, possiamo spenderli per spostarci tra le varie Stanze, per muovere il segnalino Aereo in una città adiacente, o assegnarli ad una Stanza per produrre Scorte o per eliminare Scorie. Non c’è un numero massimo di azioni che si possono effettuare, il limite è dato da quanti e quali dadi avremo a disposizione.

Per produrre Scorte dobbiamo Attivare la Stanza relativa, dopo aver assegnato un determinato numero di dadi a quella stanza. Questa azione può produrre Scorie, che vanno man mano smaltite nel Centro di Riciclaggio. Se saliamo oltre le 10 Scorie, perdiamo la partita.

L’obiettivo del gioco è recapitare le Casse di Scorte a tutte le città presenti sul tabellone prima che finisca il tempo.

Il succo del gioco è questo, ma chi volesse trova qui il regolamento ufficiale con tutti i dettagli che abbiamo scelto di omettere.

Il gioco in tempo reale, o Real Time Play

Una volta iniziata la partita, ogni azione dei giocatori dovrà essere effettuata a clessidra “in movimento”. Al suo termine dei due minuti si scarta definitivamente un segnalino Tempo, e si aggiunge una carta Città alla plancia avendo così una città in più da soccorrere. Poi riparte la clessidra! Viceversa, ogni volta che soddisfiamo la richiesta di Scorte di una Città, la eliminiamo e aggiungiamo un segnalino Tempo alla nostra riserva.

Pandemic: Reazione Rapida è un gioco da tavolo frenetico: maggiore è la velocità, migliori sono le  probabilità di vittoria, rendendolo un titolo dove persino la destrezza dei giocatori ha un suo peso specifico. Lanciare i dadi, selezionarli, posizionarli, lanciarli di nuovo, spostare cubetti, muovere le pedine… il tutto scandito da turni che durano anche solo 10 secondi.

È anche giusto dire che spesso è possibile sopperire ad azioni non perfettamente ottimizzate, o corrette, tramite un gioco rapido senza grossi problemi. Valuterete voi se questo può essere di vostro gusto: i fan dei giochi di strategia potranno probabilmente non apprezzare, mentre una piccola quantità di tattica è certamente presente. Tutto ciò lo discosta, e non di poco, da tutti i precedenti giochi della serie Pandemic.

Ad ogni modo, il ritmo serrato, se non quasi asfissiante, è certamente una caratteristica positiva del titolo. Vi troverete alla fine della clessidra, l’unico momento del gioco in cui è concessa una pausa, a tirare collettivamente il fiato. Ma per poco, perché ci sono ancora tante città da aiutare.

È un gioco che, malignamente, consiglieri di somministrare agli amici affetti da paralisi d’analisi. Dai, lo sapete, abbiamo tutti un amico che passa le ore a rimuginare sulla prossima azione. Forse non lo aiuterete a guarire dal suo problema, ma certamente vi toglierete qualche sassolino dalla scarpa costringendolo finalmente a “darsi una mossa”!

Bravo, veloce o fortunato?

La casualità in Pandemic: Reazione Rapida è presente sia nella meccanica dei dadi sia in quella delle carte città. Ma se nei dadi è mitigato dal fatto che si lanciano davvero un numero enorme di volte (con sommo appagamento di tutti), il fattore fortuna è presente non poco nelle carte città. Alcune partite dovrete soccorrere città molto vicine tra loro, altre invece spenderete un sacco di dadi solo per muovere avanti e indietro il segnalino Aereo per il tabellone.

Come al solito, la fortuna al tavolo di gioco non è bandita, ma è necessario che i giocatori sappiano accettare (ed apprezzare) che sia presente.

Variabilità del setup e rigiocabilità

Pandemic: Reazione Rapida offre, come gli altri giochi della serie, un grande numero di possibilità di partenza. 24 carte Città, 7 ruoli (ognuno con un potere speciale diverso) e 15 carte crisi (che aggiungono difficoltà e caos) fanno si che ogni partita sia diversa dall’altra, pur non modificando in maniera radicale le dinamiche durante la partita.

I livelli di difficoltà possibili sono 4, e aggiungono man mano carte Città da soddisfare prima di raggiungere la vittoria. Senz’altro una sconfitta vi farà venire voglia di riprovare la sfida.

La breve durata di spiegazione e partita ne fanno un gioco abbastanza facile da intavolare anche con neofiti, ma non aspettatevi che degli hardcore gamer ne vadano matti. Per questo genere di giocatori meglio rimanere sui classici Pandemic come l’ottimo La Caduta di Roma.

Conclusioni su Pandemic: Reazione Rapida

Questo è un gioco da tavolo che certamente spiazzerà i superfan della serie Pandemic. Ciononostante si rivela un titolo che funziona per dei giocatori di tipo diverso dai soliti. Poca strategia, un po’ di fortuna e tanta, tanta fretta sono gli ingredienti di Pandemic: Reazione Rapida. Non ci saranno più quarti d’ora passati in accese discussioni con i compagni di tavolo, anche perchè in un quarto d’ora probabilmente avrete giocato un’intera partita.

Un gioco abbastanza semplice, che tiene tutti svegli al tavolo e si spiega velocemente. Adatto più a casual gamer che a giocatori esigenti in termine di meccaniche complesse o estrema profondità, Pandemic: Reazione Rapida si discosta decisamente dal canone andando ad inserirsi in un settore inesplorato della serie. E ci riesce abbastanza bene.

Un Pandemic atipico in cui il tempo è il nemico numero uno
Dimenticate le lunghe discussioni dei classici Pandemic e la pianificazione a lungo termine: non ne avrete il tempo. Pandemic: Reazione Rapida vi salta addosso armato di clessidra e non vi lascia il tempo di respirare. Anche per questo possiamo perdonare qualche piccolo difetto a quello che è uno dei più divertenti Real Time Game degli ultimi tempi.
Pro
Materiali molto buoni, simbologia chiara ed immediata
Pochi giochi danno così bene il senso dell'urgenza
Un Pandemic ottimo come gioco introduttivo per neofiti
Contro
Poca strategia, e un po' di fortuna
I duri e puri della serie Pandemic potrebbero storcere il naso
7.4
Voto Finale
Acquista su...
Leggiamo altro?
magnastorm
Magnastorm, il nuovo gioco da tavolo di Cranio, arriverà il 13 dicembre