Pet Care & Guess The Word: due videogiochi per i più piccini – Recensione

Siamo in un’epoca in cui i videogiochi sono demonizzati e spesso bistrattati perché ritenuti diseducativi e portatori di cattive abitudini

Tuttavia, non serve scavare a fondo per capire come i videogame in sé non sono “buoni” o “cattivi” e, anzi, sono un medium adatto anche per i più piccini, nel caso di titoli prettamente educativi dedicati ai bimbi.

Spesso si tratta di titoli che fanno della semplicità e immediatezza la propria arma vincente, giochini simpatici con i quali potersi sbizzarrire senza che i genitori meno avvezzi possano temere traumi di qualche tipo o abbiano il timore di ritrovarsi di fronte a messaggi sbagliati di qualche tipo (cosa che, a mio avviso, non c’è in ogni caso).

Scopriamo Pet Care e Guess The Word, due titoli educativi indicati per i bimbi che rendono l’apprendimento una cosa piacevole

Oggi vi parlo di Pet Care e Guess The Word, due semplicissimi e brevissimi giochini per Switch rivolti proprio ai bambini in fase pre-scolare e rilasciati nello stesso giorno sullo store di Nintendo.

Nel primo, dovremo fondamentalmente associare il tipo di cibo di cui si nutre un animale, all’animale stesso, semplicemente toccandolo col dito; l’unico modo, infatti, per giocarlo e in modalità portable utilizzando il touch screen ed è un vero peccato perchè sul televisore sarebbe potuto essere sicuramente più coinvolgente per un bimbo.

In Pet Care dovremo abbinare il cibo allo specifico animale che lo mangia

Il titolo sembra, infatti, più un gioco adatto ad un dispositivo mobile, come un cellulare o un tablet, piuttosto che ad una console (che, tra l’altro, dispone di una modalità portatile e una fissa, per cui non è proprio ottimizzato al meglio).

Il gioco, comunque, fa il suo lavoro egregiamente: ci fa scorrere una serie di animali random con tre differenti cibi posti sotto di loro e spetterà al giocatore scegliere quello adatto.

Se risponderemo correttamente al primo tentativo, otterremo una medaglietta d’oro; se faremo un errore una d’argento e con più errori una di bronzo.

Il nostro punteggio finale, dipenderà dalla media del tipo di medaglie ottenute.

Non è comunque cosa da poco che un giochino tanto semplice e palesemente indirizzato a bambini con età compresa tra gli 0 e i 3 anni ci permetta di ottenere un punteggio, dando quindi una spinta a fare sempre meglio e a migliorarsi.

Sai cosa c’entra un orso con il miele? Riesci a indovinare cosa mangia il cavallo? Fai la conoscenza dei nostri animali e abbina ad ognuno di loro il cibo giusto.

Guess The Word è, fondamentalmente, un modo divertente per i bimbi di imparare le parole inglesi

Il secondo è dalle meccaniche ancora più basilari e semplici: infatti, in quello che sembra essere un primordiale scarabeo, dovremo semplicemente mettere le lettere al posto giusto, per formare la parola inglese corrispondente all’oggetto che sta disegnando il personaggio sullo sfondo.

Niente punteggio, niente fallimento, solo un modo per esercitarsi con i vocaboli inglesi e niente di più.

Anche questo secondo titolo, è pensato esclusivamente per la modalità portable e ricorda molto più un semplice gioco per cellulari, piuttosto che un vero e proprio gioco per Nintendo Switch, come già detto per il precedente.

Usa le lettere per creare parole più velocemente che puoi! Il tuo insegnante ti darà degli indizi!

Pet Care e Guess The Word fanno il loro lavoro, ovvero cercare di intrattenere i più piccoli con giochi molto base in cui il livello di sfida è pressochè nullo, puntando tutto sull’apprendimento più semplice possibile.

Tuttavia, questo non giustifica la pochissima cura di alcuni dettagli come l’ottimizzazione per la modalità docked, rendendoli di fatto molto più fruibili se fossero stati concepiti per cellulari, piuttosto che su una console (e contando soprattutto che applicazioni del genere, sugli store mobile sono gratuite).

Potrebbe piacerti anche
Commenti
Caricamento...