Mark Hamill: 10 curiosità che (forse) non sapete sull’interprete di Luke Skywalker

mark hamill

Mark Hamill è uno di quegli attori che sono riusciti a diventare leggen… (non vi muovete) …dari, assurgendo al rango di icona vivente, grazie all’interpretazione di un solo ruolo: in questo caso quello di Luke Skywalker di Star Wars.

Ecco 10 curiosità che forse non conoscete su Mark Hamill, l’attore reso celebre per il ruolo di Luke Skywalker in Star Wars

Lo strepitoso successo di Guerre Stellari, se da una parte lo ha reso un attore troppo riconoscibile per essere facilmente “utilizzato” in altri ruoli, dall’altro lo ha fatto amare ancora di più da parte dei fan, in un certo modo contenti di ricordarlo e osannarlo “in esclusiva”.

Nonostante la sua immensa popolarità, probabilmente ci sono delle curiosità su Mark Hamill che non tutti conoscono, dettagli o aneddoti che rendono questo straordinario artista ancora più magnifico ai nostri occhi.

1 – Diventare il salvatore di quella galassia lontana lontana per puro caso

Hamill ottenne la parte del giovane Skywalker, futuro salvatore della galassia, per puro caso.

Fu Robert Englund, il Freddy Krueger della saga Nightmare, coinquilino di Hamill, a suggerire a Mark di fare il provino per il film di George Lucas; provino che, tra l’altro, lo stesso Englund aveva affrontato senza avere successo.

Recentemente però l’attore ha tenuto a precisare che Englund fu solo uno dei tanti colleghi che gli consigliarono di proporsi per la parte di Luke Skywalker, anche se noi preferiamo credere che sia stato Freddy a “imboccarlo”.

2 – Guidare una BMW è più pericoloso che pilotare un X-Wing

Nel 1976 fu vittima di in un gravissimo incidente stradale, uscendo fuori strada con la sua auto.

Hamill dovette sottoporsi a riabilitazione motoria e subire interventi di chirurgia plastica al viso con l’utilizzo di parte dell’orecchio per poter ricostruire naso e zigomo.

A tal proposito si vociferava che la trama de L’impero colpisce ancora fosse stata cambiata proprio a causa delle sue cicatrici al volto, con l’attacco del Wampa che lo ferisce in faccia studiato ad hoc.

Tuttavia questa voce sembra sia stata smentita sia dallo stesso attore che da George Lucas.

3 – Il figlio mancato della famiglia Bradford

A quanto pare, però, l’incidente ebbe ben altre conseguenze lavorative per Mark, impedendogli di recitare come protagonista nella serie TV “La famiglia Bradford”, per la quale era stato scritturato per interpretare il figlio maggiore David.

L’attore recitò solo nel pilot della prima stagione, venendo poi sostituito da Grant Goodeve.

4 – Trattenere il fiato in un compattatore spaziale è pericoloso

Mark sembra avere un debole per gli incidenti, infatti durante le riprese di Star Wars: Una nuova speranza, nella scena del compattatore spaziale di rifiuti in compagnia di Leia, Han e Chewbacca, quando venne trascinato sott’acqua, trattenne così tanto il respiro che gli esplose un vaso sanguigno della faccia.

5 – Una voce da Joker

Hamill, nel corso degli anni, ha seguito una carriera di eccellente doppiatore.

È la voce di Joker in molti film d’animazione di Batman doppiando l’iconico villain per oltre 25 anni (Batman: La maschera del Fantasma, Justice League Action, Batman: The Killing Joke).

6 – Una voce da videogame

È un appassionato di videogiochi ed è stato uno dei primi attori in assoluto a prestare la propria voce ai videogame in un epoca, gli anni ’90, in cui pochi avrebbero scommesso sull’espansione del medium videoludico che avrebbe coinvolto Hollywood e i suoi interpreti migliori negli anni a venire.

Hamill ha doppiato il colonnello Christopher “Maverick” Blair, il ruolo del giocatore, nella saga Wing Commander, ed è presente anche nel più recente Batman: Arkham Knight

7 – Visto per l’autenticità della firma

È un autenticatore dei propri autografi, “servizio” che svolge volentieri per tutti i suoi fan.

Dato che il mercato del collezionismo è anche pieno di falsi, l’attore invita i suoi follower a postare le foto dei loro cimeli in maniera da poter verificare che sia firmato proprio da lui.

Ha anche svelato il trucco per riconoscere i cimeli realmente autografati da lui: se la sua firma è seguita da una battuta stupida allora è autentica.

8 – Autore di fumetti

Hamill e suo cugino Eric Johnson hanno scritto la graphic novel The Black Pearl partendo dalla bozza di un copione

La sceneggiatura fu trasformata in una miniserie a fumetti in 5 parti pubblicata da Dark Horse Comics nel settembre del 1996.

La trama segue le vicende di Luther Drake, un eroe che finisce sotto i riflettori dopo aver impedito il rapimento di una donna, nonostante la sua volontà di non farsi travolgere dalla popolarità mediatica.

Mark Hamill ha anche rivelato che The Black Pearl diventerà un film presto o tardi.

9 – Il casco è mio e ci gioco io

Anche Hamill è un amante dei cimeli e dei ricordi tanto che, dopo la fine delle riprese del primo Guerre Stellari, ha chiesto e ottenuto di portarsi a casa casco e stivali da pilota e l’elmetto da Stormtrooper indossato durante il salvataggio della Prinicpessa Leia.

A tal proposito ha rivelato che quando hanno girato le scene all’interno degli X-Wing durante l’attacco alla Morte Nera, tutti i piloti erano in pantaloncini o mutande perché faceva molto caldo.

10 – Una scimmia di nome Luke

In onore del personaggio interpretato dall’attore nella saga Star Wars, un’equipe di scienziati cinesi che ha scoperto una nuova specie di gibbone ha deciso di battezzarlo Gibbone hoolock Skywalker.

Cosa ne pensate? Conoscevate tutte queste curiosità su Mark Hamill? Fatecelo sapere con un commento qui sotto!

Leggiamo altro?
Undo, il gioco da tavolo in cui cambiamo il destino – Recensione
>