Kick-Ass: Il Gioco da Tavolo, quanto è difficile la vita da supereroe! Recensione

È approdato in Italia da poche settimane, grazie ad Asmodee Italia, Kick-Ass: Il Gioco da Tavolo, il nuovo titolo di CMON Limited che ha portato sui nostri tavoli una nuova avventura dell’eroe dalla tuta da sub verde e gialla.

E se da appassionati del fumetto (o dei due film) pensavate che la vita di Dave Lizewski fosse difficile… dannazione, questo gioco vi lancerà una sfida che solo dei veri supereroi e giocatori da tavolo incalliti saprebbero superare.

Ma andiamo con ordine. Vi spiego tutto nella recensione di Kick-Ass: Il Gioco da Tavolo, qui sotto.

Kick-Ass: Il gioco da tavolo – Recensione

Ideato da Hjalmar Hach (Dragon Castle), Roberto Pestrin (Dojo Kun) e Maurizio Vergendo (Hyperborea: Light & Shadow), il gioco da tavolo di Kick-Ass porta da 1 a 4 giocatori ad affrontare la vita dei supereroi senza superpoteri diventati celebri grazie al fumetto indie di maggior successo di tutti i tempi: Kick-Ass.

Si tratta di un titolo collaborativo, dove ci ritroveremo seduti attorno al tavolo cooperando per sventare la malavita che imperversa a New York. Come? Indossando tuta, mantello, andando a spendere il nostro (sudato) stipendio nei negozi e tentando di far conciliare la vita di tutti i giorni con la nostra vera vocazione: la lotta al crimine.

Kick-Ass Il Gioco da Tavolo

All’interno della scatola di Kick-Ass: Il gioco da tavolo

Dentro la scatola del gioco da tavolo di Kick-Ass troveremo ad attenderci:

  • 1 gigantesco tabellone della mappa di New York
  • 7 schede eroe
  • 45 miniature, suddivise tra eroi, sgherri, boss criminali e mini boss
  • 17 dadi
  • 2 indicatori sgherri
  • 27 basi in plastica
  • 1 indicatore piano finale
  • 5 carte piano finale
  • 20 carte evento boss
  • 96 carte attivazione
  • 12 carte difficoltà
  • 20 carte generazione sgherri
  • 31 carte evento
  • 6 carte combattimento del boss
  • 55 carte oggetto
  • 1 segnalino indicatore sgherri
  • 1 segnalino indicatore dei round
  • 3 segnalini dell’indicatore negozi
  • 6 segnalini timer inattivo
  • 8 segnalini del piano finale di Red Mist
  • 1 segnalino porto
  • 24 segnalini interesse
  • 8 segnalini protezione
  • 45 segnalini dollaro
  • 12 segnalini piano finale di Don Genovese
  • 7 segnalini dell’indicatore piano finale
  • 15 segnalini statistiche
  • 1 regolamento

Spero di non aver dimenticato nulla perché si tratta di veramente, ma veramente, tanta roba.

Nel dubbio, ecco il nostro unboxing:

Il materiale all’interno della scatola è davvero eccezionale. Ad esclusione delle plance dei giocatori, il resto della componentistica è realizzata in cartone molto robusto, arricchito dagli artwork ispirati al lavoro di John Romita, Jr.

Ma non solo.

Il regolamento del gioco, seppur non esente da alcuni difetti nella spiegazione delle meccaniche, presenta al suo interno un mini-episodio della serie a fumetti, in cui Dave gioca al gioco da tavolo che ci troviamo tra le mani. Geniale!

Le 45 miniature presenti all’interno della scatola sono della “solita” qualità a cui ci ha abituato CMON; e non credo che serva aggiungere altro.

Come funziona la dura vita di un supereroe

Nel gioco da tavolo di Kick-Ass prenderemo il controllo di uno dei supereroi conosciuti attraverso i film o i fumetti. Una plancia, su cui troveremo l’artwork del nostro personaggio, ci indicherà le sue caratteristiche e luogo di partenza. Ci servirà anche per tener traccia della popolarità del nostro eroe sui social, i suoi punti vita, la sua forma fisica e la sua felicità.

La vita del supereroe, specialmente quella degli eroi senza superpoteri, è infatti sempre piuttosto problematica. Dovremo cercare di far conciliare la vita quotidiana fatta di lavoro, amici e tempo libero, con i combattimenti che si svolgeranno in giro per New York nell’arco di 9 round di gioco. La durata dovrebbe essere di circa 60 minuti, ma potreste ritrovarvi a giocare per ore… o per pochi minuti.

Durante il gioco avremo a disposizione diverse carte azione che ci permetteranno di spostarci sul grande tabellone (davvero, è decisamente ingombrante). Andando a spendere del tempo a Central Park potremmo ad esempio allenare il nostro fisico (sbloccando man mano diversi bonus che garantiranno un certo senso di progressione del personaggio), oppure recuperare felicità che, se non alimentata, ci porterà a cadere nello sconforto “sbloccando” dei malus presenti sulla nostra plancia.

Ogni quartiere frequentato invece fornirà diversi bonus, a patto che gli sgherri del cattivo di turno non abbiano invaso l’intera zona.

Ogni round è suddiviso in 3 diverse fasi:

  1. Nella prima fase gireremo una nuova carta evento e ne applicheranno gli effetti. Il nostro obiettivo sarà quello di completare 3 carte evento per poter arrivare a mettere le mani sul boss finale, scelto all’inizio della partita. Le carte evento slitteranno verso il bordo del tabellone ogni round e avremo quindi solamente un certo lasso di tempo per poterle completare.
  2. Nella seconda fase potremo svolgere 3 azioni tra quelle presenti nella nostra mano, intervallandoci con l’arrivo di nuovi sgherri in città (attraverso delle mini carte che ci spiegheranno dove collocarli). Questa fase è il cuore del gioco, in cui ogni persona seduta al tavolo deve dialogare con i compagni per scegliere la strategia migliore da adottare per completare gli eventi. Passare del tempo in biblioteca? Andare a Wall Street per investire soldi? Combattere il crimine al Porto? La scelta starà a noi.
  3. Nella terza fase potremo sostituire una delle carte nella nostra mano con una carta presente sul tavolo (ogni round ne scopriremo di nuove), rifornire il negozio di equipaggiamenti e armi e risolvere eventuali indicazioni degli eventi.

Kick Ass Il gioco da Tavolo

Nel momento in cui riusciremo a completare tre eventi potremo affrontare il mazzo del boss finale.

Si tratta di 5 diversi boss con altrettanti “piani finali”, che corrispondono a carte di eventi speciali mirati a far prendere il controllo della città al villain di turno. Il nostro compito sarà, ovviamente, quello di sventare tali piani malvagi.

Come nella vita reale, anche i social influiranno sulla popolarità di un supereroe, permettendogli all’apice della fama di ottenere una carta piuttosto potente in termini di gioco ed arrivare quindi preparato allo scontro finale citato qui sopra.

Nel caso gli sgherri dovessero invece prendere il controllo del municipio, o non ci fossero abbastanza eventi da completare per poter arrivare al boss finale, la partita terminerà immediatamente, decretando la nostra sconfitta.

Cosa che accadrà molto spesso.

Kick-Ass: il Gioco da Tavolo è un titolo in cui la sconfitta sarà la vostra più grande vittoria

Diciamolo subito. Il gioco da tavolo di Kick-ass è un titolo che non perdona.

Non perdona il minimo sbaglio; ne che si tratti della semplice pianificazione delle azioni da svolgere nel turno, ne che si tratti della decisione di attaccare un gruppo di sgherri senza essersi prima equipaggiati a dovere.

Sì, i dadi di combattimento sono presenti (e quindi anche una certa dose di alea) e possono far sfumare i nostri sogni da supereroe ancor prima che nascano, ma la preparazione dei singoli personaggi, la scelta degli eventi da completare, le decisioni tattiche e la pianificazione dell’intero round sono quello che rendono Kick-Ass un titolo coinvolgente e altamente collaborativo.

Vi ritroverete a perdere 9 partite su 10 (le nostre vittorie si contano su… un dito), e non solo perché trovare il giusto team di supereroi (e i giusti amici con cui giocare), che collaborino per il bene del gruppo e non del singolo, sarà un’impresa difficile. Perderete, ma vorrete rigiocarci.

E la rigiocabilità è un altro punto a favore del gioco da tavolo di Kick-Ass che, nonostante presenti “solo” 5 boss finali, ha una grande varietà di missioni completabili, differenziate in base al numero di giocatori e originali quanto basta per non annoiare dopo la ventesima partita.

Con il tempo impareremo che alcuni quartieri sono più sensibili (e potenti) di altri; impareremo che attaccare con qualcuno che ci guarda le spalle è spesso la soluzione migliore per non finire in Ospedale (rischiando di andare in depressione e diventare un peso morto per l’intero gruppo); o che andare ad uno scontro a fuoco armati di bazooka è meglio che andarci con un taser (beh, questo forse avremmo già dovuto immaginarlo).

Nel tempo capiremo quindi che Kick-Ass: Il Gioco da Tavolo, disponibile in vendita a circa 60€, è un ottimo prodotto, adatto a chi cerca una vera sfida nel mondo dei board game e, magari, ama i personaggi di Mark MillarJohn Romita Jr. Ma lo è anche per tutti coloro che, in fondo in fondo, hanno sempre sognato di essere un supereroe nella vita reale e non hanno capito che sarebbe davvero una vitaccia!

80%
Voto Finale

Kick-Ass: Il Gioco da Tavolo

Kick-Ass: Il Gioco da Tavolo è un must have per tutti gli appassionati del supereroe di Mark Millar e John Romita Jr, ma anche per chi cerca una sfida che non si vede tutti i giorni nel panorama dei giochi da tavolo.
Penalizzante, a volte frustrante, ma vi assicuriamo che vorrete tornare a giocarci ogni volta... per essere un supereroe (improvvisato) ancora per un giorno!

Amazon Italia
Potete reperire Kick-Ass: Il Gioco da Tavolo su...
  • È Kick-Ass! Componentistica ed illustrazioni di alto livello
  • Penalizzante, crudele e difficile da battere...
  • ...ma allo stesso tempo profondo, tattico e divertente!
  • Avete il giusto gruppo di supereroi?
Potrebbe piacerti anche