Barrage: su Kickstarter il GdT che ci farà guidare una compagnia energetica negli anni ’30

Partirà a brevissimo la campagna Kickstarter per il finanziamento di Barrage, un gioco di Tommaso Battista e Simone Luciani, che sarà edito da Cranio Creations.

Il gioco ci trasformerà in magnati nel campo energetico, riportandoci ad inizio ‘900 dove avremo l’arduo compito di espanderci e diventare i più importanti produttori di energia idroelettrica dell’arco alpino.

Barrage: costruiamo la centrale idroelettrica alpina più potente e sbaragliamo i concorrenti

Barrage, ambientato negli anni ’30, è un gioco strategico con meccaniche di gestione risorse e piazzamento lavoratori, che si svolge su 5 round, per 2-4 giocatori, dai 14 anni in su, con una durata prevista tra i 60 e i 120 minuti. 

I giocatori dovranno da un lato piazzare i loro ingegneri sul tabellone al fine di potenziare i loro macchinari, dall’altro soddisfare i requisiti di potenza comuni a tutti e gestire i contratti personali, definendo e sviluppando al meglio la propria strategia al fine di costruire dighe migliori rispetto a quelle dei concorrenti, sia in termini di capacità di stoccaggio, sia in termini di potenza.

Per fare ciò dovremo riuscire a piazzare strategicamente dighe e lavoratori in modo da intercettare il flusso dei fiumi meglio degli avversari, costruendo dighe che ne blocchino e devino il flusso verso le nostre stazioni produttive per mezzo di appositi tunnel. Logicamente le dighe a monte saranno più potenti, ma anche più costose rispetto a quelle costruite a valle perché permetteranno di bloccare e deviare molta più acqua. Per adottare una strategia efficace, quindi, dovremo anche essere in grado di recuperare anche l’acqua precedentemente deviata da altri giocatori.

Infine, in Barrage, le risorse e le azioni disponibili saranno gestite da un apposita ruota, denominata Construction Wheel, anch’essa da potenziare e tenere d’occhio in quanto una volta utilizzate le risorse e le azioni via via disponibili non potremo utilizzarle più fino a che la ruota non avrà terminato un giro completo.

Barrage si presenta quindi ai blocchi di partenza della campagna Kickstarter come un gioco molto strategico, dove probabilmente ci ritroveremo spesso a dover risolvere insormontabili dubbi su quale azione possa essere la più efficace per noi. Migliorare la ruota o sviluppare dighe e tunnel per arrivare prima alla corsa all’oro blu?  Se la campagna Kickstarter avrà successo credo che lo scopriremo presto.

E voi cosa ne pensate? Ditecelo, lasciandoci un commento qui sotto.

Potrebbe piacerti anche