Lovelace and Babbage: diventiamo i pionieri dell’era informatica in un gioco da tavolo

È bastata solo un’ora per finanziarlo e, con ancora 15 giorni prima della conclusione della campagna KickstarterLovelace and Babbage, il nuovo progetto di Artana, ideato da Scott Almes e illustrato da Kwanchai Moriya e Cynthia Lara, si può già considerare come prevedibile un grande successo.

Lovelace and Babbage: un gioco di programmazione informatica ambientato ai tempi della nascita dei primi computer

In Lovelace and Babbage, lo scopo del gioco è quello di programmare il primo computer al mondo per aiutare i facoltosi patroni del progetto a risolvere i vari problemi che ci porranno.

I programmatori gareggiano in tempo reale sviluppando le proprie subroutine (diverse da giocatore a giocatore), aggiornando il computer condiviso e cercando di ricevere punti influenza dai patroni. Per vincere bisognerà attuare velocemente le scelte strategiche più intelligenti al fine di creare il programma migliore di tutti e sbaragliare la concorrenza.

All’inizio del gioco, il computer è semplice ed è possibile compiere solo un numero limitato di operazioni. I round successivi apportano miglioramenti al computer e la strategia individuale prende forma, dando luogo ad ulteriori opportunità di guadagnare punti.

L’obiettivo è quello di identificare in tempo reale una sequenza di componenti da aggiungere, in modo che il programma creato generi esattamente i valori richiesti dalle carte Patrono e Subroutine.

Lovelace and Babbage è un gioco per 2-4 giocatori con una durata compresa fra i 15 e i 30 minuti e, tranquilli, nonostante il titolo si basi su complicate teorie informatiche, non è necessario saper programmare la macchina di Touring per poterci giocare, tutt’altro. Infatti, da quanto si evince dalla campagna Kickstarter, si tratta di un gioco da tavolo piuttosto semplice nelle meccaniche, tanto da risultare adatto anche ai neofiti. 

E voi che ne pensate? Siete pronti a lanciarvi nel mondo della programmazione del primo computer al mondo? Fatecelo sapere con un commento qui sotto.

Potrebbe piacerti anche
Commenti
Caricamento...