Henry Cavill parla dei baffi di superman e della lezione appresa con Justice League

Justice League avrebbe dovuto essere il culmine del lavoro svolto nel corso degli anni da DC per la creazione del suo Extended Universe.

Eppure, a fare parlare di sé non è stata la pellicola, ma i numerosi problemi durante le riprese: tra questi, sicuramente, i baffi di Superman.

Nel corso di una intervista per Empire Henry Cavill, l’attore che ha interpretato Superman, si è dichiarato davvero sorpreso dai problemi causati da una cosa così semplice come dei baffi:

Ero decisamente sorpreso. Quando abbiamo deciso di tenere i baffi, non mi aspettavo che gli eventi avrebbero preso la piega che hanno preso.

Non mi aspettavo che i reshoot di Justice League richiedessero così tanto tempo.

Al termine delle riprese della pellicola targata DC Comics, infatti, Cavill ha iniziato subito a lavorare per Mission: Impossible – Fallout, film per il quale gli è stato chiesto di farsi crescere i baffi.

La necessità di girare nuovamente alcune scene per Justice League, però, ha messo l’attore davanti ad un bivio: tenere i mustacchi e lasciare che fosse la CGI a rimuoverli, o radersi ed indossarne di finti per la pellicola con Tom Cruise.

Tuttavia, la seconda strada non poteva essere percorsa:

E, come avrete modo di vedere quando uscirà il film, non sarebbe stato possibile indossare dei baffi finti.

Vi ritroverete a pensare: “Ok, sì, dei baffi finti in questa situazione sarebbero schizzati via”.

Sfortunatamente, questo ha significato un certo sgomento all’uscita di Justice League, ma è così che vanno le cose. Non si può vincere sempre.

Interrogato, poi, sull’assenza di Superman dal materiale promozionale, l’attore britannico ha dichiarato:

L’idea è stata decisamente ridicola e credo che chiunque la pensi come me.

Certo, se partecipo alle conferenze stampa, sono nel film. Ma ho voluto lasciare un po’ di mistero, per il pubblico.

Penso che sia importante mantenere un po’ di mistero nei film in questi giorni.

Henry Cavill ha poi commentato lo scarso successo fatto registrare al botteghino dalla pellicola, ad oggi la meno apprezzata nel DC Extended Universe:

Credo che ogni cosa abbia un suo tempo ed un suo luogo. Ci sono molte ragioni per le quali il pubblico ha reagito in questo modo. Sono tutte lezioni che abbiamo imparato.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere con un commento qui sotto!

Fonte: Comicbook

Potrebbe piacerti anche