Stoplight e Speed Colors: dv giochi per i bambini!

Oggi vi presento Stoplight e Speed Colors, entrambi di dvGiochi, entrambi per bambini in età scolare.

Ho due figli di 9 e 6 anni e sto cercando di trasferire loro la mia passione per i giochi da tavolo e i giochi di ruolo, e non c’è niente di meglio, per me che li devo recensire, che provarli insieme, in modo da vedere la loro reazione e capire se il gioco in questione è valido oppure no: (spoiler, in questo caso entrambi i giochi sono piaciuti ai miei figli!).

Stoplight è basato sull’aritmetica, mentre Speed Colors sulla memoria e, ovviamente, sui colori. Mentre il primo è abbastanza caciarone e dà il meglio con un bel gruppo di bambini, il secondo scala bene anche in due.

Stoplight, 2-6 giocatori dai 6 anni in su, 10 minuti per partita, l’autore è Martino Chiacchera.

Speed Colors, 2-5 giocatori dai 5 anni in su, 15 minuti per partita, l’autore è Erwan Morin.

Stoplight

Nella scatola a forma di semaforo (Stoplight in inglese), trovate:

  • 3 dadi colorati di peluche, rosso, giallo e verde;
  • un sacchetto di gemme conta punti;
  • regolamento.

I dadi sono molto morbidi e non c’è pericolo che i bambini si facciano male, le gemme sono di plastica trasparente, colorate come i dadi, già fornite di sacchettino con zip. Il regolamento è semplicissimo e con esempi di gioco, e nella pagina A4 in cui è scritto è tradotto in ben 8 lingue!

In Stoplight non ci sono turni, si gioca tutti insieme, il che è fondamentale in un gruppo di bambini, visto che l’eventualità che si annoino è veramente bassa.

stoplight

Un bambino lancia contemporaneamente i tre dadi, poi in base ai numeri usciti bisogna toccare i dadi seguendo queste semplici regole:

  • tocca il dado rosso se mostra il numero più alto;
  • tocca il dado giallo se mostra un numero compreso tra gli altri due;
  • tocca il dado verde se mostra il numero più basso.

Se nessun dado è valido si alzano le mani e si grida “STOP!”.

È consentito mettere entrambe le mani sui dadi, ma si può toccare solo un dado con ciascuna mano.

Per contare i punti potete usare le gemme:

  • 1 punto per ogni dado toccato correttamente;
  • – 1 punto per ogni errore;
  • 3 punti per aver detto “STOP!” per primo;
  • – 3 punti per aver detto “STOP!” ma ci sono dadi validi.

Il primo bambino che raggiunge i 10 punti vince la partita.

Potete anche giocare la versione per “esperti” dove le regole sono invertite.

Ho lasciato Stoplight per un paio di settimane nella classe di Alessandro (il mio secondo figlio che frequenta la prima elementare) per farlo provare a tutti i bambini e queste sono le parole della loro maestra Sara:

“il gioco si rivela uno strumento utile e accattivante per rafforzare apprendimenti e concetti matematici quali, ad esempio, la sequenza dei numeri, maggiore minore e uguale, ordine crescente e decrescente.”

I dadi si prestano ad essere utilizzati anche in modi alternativi a quello previsto dalle regole del gioco; è infatti possibile lavorare sulle operazioni, sul concetto di precedente e successivo, sulle coppie degli amici del 10 (gli amici del 10 sono coppie di numeri che sommate formano 10, ad esempio 7 e 3 oppure 4 e 6, NdA).

I bambini si sono da subito mostrati interessati e curiosi. Inizialmente hanno avuto alcune difficoltà a tenere a mente tutte le variabili e le modalità di gioco; per questo le prime partite sono state giocate utilizzando solo il dado piccolo e quello grande. In seguito è stato inserito anche il dado di medie dimensioni e le “gare” sono per loro più divertenti e stimolanti. Ogni volta che viene proposta una partita sono entusiasti e desiderosi di provare… ogni giorno chiedono di poter giocare!”

Con queste parole direi che Stoplight ha brillantemente superato la prova bambini!

Speed Colors

Nella scatola di Speed Colors trovate:

  • 6 pennarelli con cancellino;
  • 60 carte;
  • regolamento.

Le carte mostrano una figura che da un lato è a colori e dall’altro è in bianco e nero. Sono carte abbastanza spesse e permettono di essere colorate e successivamente ripulite dai colori coi cancellini posti sopra i pennarelli.

Anche le carte punteggio hanno due lati, uno per il gioco base e uno per gli esperti.

Il regolamento è ben dettagliato e ricco d’esempi.

Dopo aver messo i pennarelli nel coperchio della scatola, prendete e mischiate il mazzo delle figure e lasciatelo sul tavolo con il lato in bianco e nero scoperto. Date a ogni giocatore una carta punteggio.

Ogni partita dura 4 round e si gioca tutti assieme.

Ogni giocatore prende la carta in cima al mazzo e la tiene davanti a sé. Nello stesso istante tutti insieme girate la carta sul lato colorato e cercate di memorizzare i colori. Quando vi sentite pronti potete girare la carta e cominciate a colorare la parte in bianco e nero. Ovviamente non si può più girare la carta per sbirciare il disegno!

speed colors

Quando un giocatore ha finito di colorare i sei settori della carta posa il pennarello e grida “Stop!”. Tutti gli altri giocatori possono finire di colorare il settore che vogliono con il pennarello che hanno in mano, poi si posano tutti i pennarelli e si contano i punti:

  • 2 punti per ogni settore corretto;
  • 1 punto per ogni settore colorato col colore sbagliato;
  • 0 punti per settori non colorati, non completamente colorati o colorati oltre il margine (questa regola penso sia stata introdotta per evitare di “barare” colorando in maniera affrettata).

Sulla carta punteggio colorate le caselle in base ai punti fatti, cancellate le carte colorate col cancellino del pennarello. Il giocatore col punteggio più basso sceglie due pennarelli e ne scambia i cappucci (altro elemento mnemonico da tenere presente). Poi pescate nuove carte dal mazzo e ricominciate il giro.

Al termine dei 4 giri il giocatore con il punteggio più alto è il vincitore.

Conclusioni

Entrambi i giochi piacciono molto ai bambini, Stoplight dà il meglio in un contesto di gruppo abbastanza numeroso di pari età, mentre Speed Colors scala bene sempre, è adatto anche alle famiglie e permette anche più partite di seguito.

Come ci ha spiegato la maestra Sara, Stoplight è anche un valido strumento didattico e come tale lo regalerò alla scuola in modo che anche le classi successive potranno utilizzarlo per l’apprendimento dell’aritmetica.

Quindi se volete fare un regalo intelligente ai vostri bambini, Stoplight è una validissima scelta da prendere in considerazione, mentre se volete un gioco con cui passare qualche serata in famiglia con un gioco un po’ leggero ma che coinvolge tutti i componenti, Speed Colors è quello che fa per voi!

Potrebbe piacerti anche