Star Trek: cosa potremmo aspettarci da Tarantino?

In un periodo in cui anche i più grandi registi di Hollywood puntualmente prendo parte a grandi blockbuster, spesso legati a brand molto amati, Quentin Tarantino si è sempre distinto. Almeno fino agli ultimi giorni. Il regista apparentemente era al lavoro su un film ancora senza titolo legato all’anno 1969, ma da poche ore è la notizia che ci sarebbe una sua apertura ad una partecipazione per il prossimo film di Star Trek.

Comprensibilmente, questa è una vera e propria bomba, che esplodendo ha innescato una serie di speculazioni su come lo stile di Tarantino possa adeguarsi alla dimensione di Star Trek. Si tratta ovviamente di una domanda aperta, può ancora tutto accadere, ma va segnalato che Tarantino, intervistato su questo tema, ha confessato che sarebbe intrigato dal poter dare vita ad una versione estesa di uno storico episodio di Star TreK: The Next Generation, L’Enterprise del passato (Yesterday’s Enterprise).

Ecco un’ipotesi sulla trama di un film di Star Trek diretto da Quentin Tarantino

L’origine di questa idea arriva da una puntata del 2015 del Nerdist Podcast in cui Quentin Tarantino, presente per la promozione di The hateful eight, alla domanda su come avrebbe reagito alla possibilità di dirigere un film legato a Star Wars avrebbe risposto a sorpresa

“La risposta corretta a questa domanda è che sarei più propenso a dirigere un film su Star Trek piuttosto che uno di Star Wars. Adoro Star Wars e via dicendo, ma non ho proprio considerato l’dea, come se dovessi farlo, ci ho fatto qualche pensierino”

Proseguendo in questo discorso, Tarantino confessa che la sua passione per Star Trek è merito di William Shatner (il capitano Kirk della serie classica), e che anche se ha apprezzato molto il reboot di Abrams del 2009, non ha particolarmente amato Star Trek Into Darkness, principalmente a causa del Khan di Benedict Cumberbatch. All’epoca non era ancora stata messa in produzione l’idea di Star Trek Beyond, e l’ultimo commento di Tarantino era stato piuttosto preciso

“Ti servono Uhura, Scotty, Bones, hai bisogno di tutte queste componenti sempre presenti… tutti devono esser rappresentati in una storia gigante, dove tutti devono esser coinvolti”

star trek yesterday enterprise 1

Da questo momento, Quentin Tarantino ha iniziato ad accarezzare l’idea di un film di Star Trek, prima riconoscendo che ci sono numerosi episodi della serie classica che potrebbero essere adattati per il grande schermo. All’inizio aveva pensato a La città sull’orlo del sempre (The city on the edge of forever), forse il più bello di tutto il mito di Star Trek. Tuttavia, Tarantino riconobbe che l’ideale sarebbe avere una bella storia con viaggi nel tempo, arrivando a L’Enterprise del passato.

“Penso che uno degli episodi più belli di Star Trek mai scritto sia in The Next Generation. E io adoro The Next Generation. Non che io li abbia visti così tante volte come per la serie originale, ma c’è questo episodio, mi pare di ricordare che fosse stato scritto da un fan, che lavorava nello show, e gli dissero ‘Beh, dovresti scrivere un episodio’. E lui scrisse questo episodio, ed è fantastico”

L’Enterprise del passato è una classica storia di viaggi nel tempo e mutamenti di linee temporali. L’Enterprise-D comandata da Picard incontra un’anomalia temporale, da cui fuoriesce la USS Enterprise-C, comandata dal capitano Rachel Garrett. Per la storia, la Enterprise-C era andata distrutta nella battaglia di Narenda III, salvando una colonia Klingon da un attacco lampo romulano. Il sacrificio del vascello della Flotta Stellare aveva contribuito a distendere i rapporti tra la Federazione e l’Impero Klingon, ma la sua comparsa nel futuro porta alla destabilizzazione totale della linea temporale, che ora vede la Federazione in guerra con l’Impero.

Questo episodio di Star Trek è fondamentale per The Next Generation, visto che il ritorno di un personaggio molto amato e perito nella linea temporale ‘standard’, Tasha Yar, darà vita ad un paradosso temporale con cui l’equipaggio di Picard dovrà poi confrontarsi nelle successive stagioni, ovvero la temibile agente della Tal Shiar romulana Sela.

Da questo si può comprendere come l’idea di Tarantino di portare questo episodio al cinema come Star Trek 4 sia piuttosto complicato, considerando che finora i protagonisti sono legati alla serie classica e non alla The Next Generation. Ma questo potrebbe non fermare Tarantino. Non solo potrebbe presentare uno script che sia una versione modificata di quella dell’episodio in cui possano figurare Kirk e compagni (magari riportando la Kelvine-timeline in quella Prime?), ma si vede anche la volontà del regista di considerare trame di episodi delle serie come base su cui sviluppare la propria avventura di Star Trek.

star trek yesterday enterprise 2

Finora, ricordiamo, è tutto ipotetico. Non ci sono ancora annunci ufficiali su Quentin Tarantino seduto alla poltrona di comando del prossimo film di Star Trek, e potrebbe anche risolversi tutto in un nulla di fatto. Ma come diceva un mio vecchio amico con le orecchie a punta, ci sono infinite dimensioni in infinite combinazioni, e magari in una Tarantino dirige proprio Star Trek!

Leggiamo altro?
Jungle Cruise: Dwayne Johnson e Emily Blunt nel primo trailer ufficiale del film