banner justnerd desktop 2

banner justnerd mobile 1

In arrivo la rivoluzione delle misure: il chilogrammo non sarà più lo stesso!

chilogrammo campione

A partire da novembre 2018, il  sistema di misurazione ideato oltre sessant’anni fa verrà ridefinito sulla base delle precise costanti della fisica e il chilogrammo non sarà più lo stesso

Arriva la rivoluzione delle unità di misura: il chilogrammo non sarà più lo stesso e la medesima cosa accadrà ad altre unità di misura fondamentali come l’Ampere, il Kelvin e la Mole.

Una speciale Conferenza Generale sui Pesi e le Misure, prevista per il novembre del prossimo anno, avvierà un processo di ridefinizione di queste unità di misura sulla base di costanti fisiche, anziché riferite a definizioni astratte oramai vetuste.

All’incontro preliminare, che anticipa la conferenza presso l’Istituto Internazionale Pesi e Misure di Sèvres (Francia), parteciperà anche la dottoressa Maria Luisa Rastello, direttore scientifico dell’Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (Inrim); mentre le nuove definizioni sono attese per maggio 2019.

L’obiettivo è quello di sostituire gli attuali sistemi che definiscono le quattro unità, vecchi con costanti fisiche universali e riproducibili da tutti, in modo da rendere accessibile la misurazione precisa ai laboratori di tutto il mondo, con ricadute non solo per la ricerca, ma anche per l’industria.

Il chilogrammo, per esempio, è l’unica tra le unità di misura del Sistema Internazionale che è definita riferendosi ad un manufatto e non da una proprietà fisica. È definito infatti come la massa di un particolare cilindro di altezza e diametro pari a 0,039 m di una lega di platino-iridio depositato proprio a Sèvres.

Tra le varie proposte di ridefinizione, una delle più accreditate definisce il chilogrammo come: quella massa che subisce una accelerazione di 2 × 10−8 m/s² se soggetta alla forza che si sviluppa tra due conduttori retti, paralleli, di lunghezza infinita e sezione circolare trascurabile, posti nel vuoto alla distanza di un metro, attraverso cui scorre una corrente elettrica costante di 6,241 509 629 152 65 × 1018cariche elementari (ovvero 1 coulomb) al secondo.

Come direbbe il dottor Emmett Lathrop Brown di Ritorno al Futuro: ”Grande Giove!” (o Great Scott nella versione originale non doppiata).

Cosa ne pensate di questa notizia? Fatecelo sapere con un vostro commento qui sotto!

Il Negozio delle Necessita Mobile Ads 2

Il Negozio delle Necessita Desktop ads