Tredici – 13 Reasons Why: In Nuova Zelanda la serie sarà vietata ai minori

Tredici

La serie tv Netflix Tredici – 13 Reasons Why torna a far parlare di sé. In Nuova Zelanda la visione sarà vietata ai minori di 18 anni non accompagnati. Ecco perché

Mentre in Italia si discute ancora sulla possibilità che la serie venga mostrata obbligatoriamente nelle scuole, in Nuova Zelanda, la serie tv Netflix del momento, Tredici – 13 Reasons Why, ha visto la nascita di un nuovo sistema di classificazione realizzato appositamente per lo show. Il nuovo rating ideato dall’Office of Film and Literature Classification, l’RP18vieta infatti la visione della serie ai giovani (non accompagnati da un adulto) di età inferiore ai 18 anni.

Queste sono le motivazioni che hanno spinto l’OFLC a creare un rating inedito proprio in vista dell’arrivo dello show sul suolo neozelandese:

“Alcuni aspetti dello show hanno ricevuto delle lodi da gruppi come il Sexual Abuse Prevention Network, che ne ha sottolineato il messaggio positivo per affrontare tematiche come il consenso e la violenza sessuale. La Mental Health Foundation New Zealand ha inoltre considerato la serie come un’opportunità per aumentare la consapevolezza sul suicidio giovanile e la salute mentale”.

“Il metodo con cui si toglie la vita è mostrato chiaramente, andando contro delle linee guide di chi si occupa di salute e creando il potenziale di eventuali comportamenti che replicano quanto visto. I legami reali tra salute mentale e il suicidio non vengono affatto discussi nella serie. La scelta della protagonista di uccidersi viene inoltre rappresentata in modo piuttosto fatalistico. Nella vita reale molte di queste persone con pensieri suicidi si recuperano e non pongono fine alle proprie vite”.

In Nuova Zelanda il problema dei suicidi è avvertito distintamente, a causa dei circa due giovani che si tolgono la vita ogni settimana. Per questo il responsabile della censura, Jared Mullen, ha voluto precisare:

“Si deve parlare di queste questioni in modo informato e sicuro”. “ Solleva molte problematiche ma spesso non riesce ad affrontarle completamente, ed è davvero importante che a quel punto intervengano degli adulti fidati”.

Voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere tramite un commento qui sotto!

Fonte: The Hollywood Reporter (VIA BadTV)

...e questo?
Messiah: la serie Netflix cancellata dopo una sola stagione