La Profezia dei Draghi – La recensione della seconda espansione di TIME Stories!

La Profezia dei Draghi TIME Stories

TIME Stories – La Profezia dei Draghi – Recensione

Torniamo a parlare di TIME Stories, il gioco da tavolo di Space Cowboys che, grazie all’edizione italiana curata da Asmodee, dopo Il Caso Marcy torna in Italia con la seconda espansione, La Profezia dei Draghi!

Come sempre accade con TIME Stories, considerata la natura esplorativa del gioco, in questa recensione cercherò di non spoilerare elementi che possano rovinarvi il piacere della scoperta, anticipando in dettaglio solamente quanto già si può evincere dalla scatola e dagli artworks che circolano in rete da tempo.

Le meccaniche e il funzionamento del gioco da tavolo sono invece state spiegate abbondantemente nella recensione del gioco base. Se non conoscete il titolo in questione, quindi, potete andare a leggervi il nostro precedente articolo.

Pronti per una nuova avventura?

È tempo di Fantasy!

La storia de La Profezia dei Draghi, ambientata questa volta in un medioevo fantasy, è stata sviluppata da Manuel RozoySébastian Pauchon, mentre le illustrazioni sono state curate da Vincent Dutrait. 

Dalla sinossi ufficiale:

Qualcosa è andato storto. Il flusso temporale è stato alterato e il Medio Evo non è più quello che era prima. Tocca a te riparare la falla temporale ne La Profezia dei Draghi, la seconda espansione di T.I.M.E Stories. Cosa troverai quando entrerai nel tuo cilindro e attiverai l’Inserimento Tachionico? I ricettacoli de La Profezia dei Draghi sono stati scelti per la loro vicinanza con le gilde locali e dovrai sfruttare al meglio i loro contatti per raccogliere indizi sulla natura della falla temporale. Dovrai anche fare buon uso dei loro talenti, poiché la missione non è priva di pericoli: ti attendono numerose trappole e avversari pronti a combatterti, e per di più, questo Medio Evo è molto diverso da quello che hai studiato sui libri di scuola: è pervaso dalla magia, una magia che può essere usata contro di te.

All’interno della scatola della seconda espansione di TIME Stories troveremo il classico mazzo della nuova avventura, più un mazzo misterioso (chiamato proprio così), che dovrà rimanere sigillato finché il gioco non ci fornirà le indicazioni per aprirlo.

Come sempre il numero di giocatori indicato è da 2 a 4 agenti temporali, ma il nostro consiglio è quello di giocarci in 4 evitando di “bruciarvi” l’irripetibile esperienza. Durante le nostre sessioni di gioco (che per portare a termine l’avventura, ricordiamo, saranno probabilmente più di una), abbiamo avuto anche il solito “pubblico” che assisteva alla storia; catturato come sempre dal sistema di gioco che permette di immedesimarsi con il resto del gruppo, anche se non si sta fisicamente controllando un personaggio sul tabellone.

La Profezia dei Draghi cambia ancora una volta le carte in tavola di TIME Stories, non solo letteralmente ma anche metaforicamente parlando.

Se nelle precedenti avventure si avvertiva infatti un senso d’urgenza nell’esplorare tutte le varie zone proposte sulla mappa, qui il gioco si fa più rilassato, dandoci il tempo di organizzarci a dovere per affrontare le difficoltà che, inevitabilmente, si paleseranno dietro ai numerosi angoli della storia.

Mentre le strade percorribili per arrivare al termine dell’avventura sono inferiori in termini di scelte possibili, queste aumentano invece drasticamente per quanto riguarda il numero di ricettacoli (i personaggi utilizzabili) e i loro equipaggiamenti.

Il vero punto di forza di questa seconda espansione risiede infatti nella forte caratterizzazione delle carte personaggio, differenti non solo nell’aspetto ma anche nelle abilità che, questa volta, influiranno come mai prima d’ora sull’andamento della storia e sul nostro successo (o più probabilmente fallimento) della missione.

L’equipaggiamento non sarà da meno, decretando in più occasioni il superamento degli ostacoli per l’intero gruppo.

La durata dell’avventura è decisamente superiore alla media, garantendo ore e ore di gioco che tramuteranno le vostre serate in lunghe notti passate ad esplorare l’ambientazione. Tuttavia, giunti ad un certo punto della missione, la durata potrebbe rivelarsi anche una lama a doppio taglio poiché, a seconda delle scelte fatte nelle fasi iniziali, potreste essere costretti a rincominciare tutto da capo.

La struttura di gioco de La Profezia dei Draghi non lascia infatti scampo agli errori che, in realtà, dipendono più dalla casualità che dalla nostra abilità di saper “leggere fra le righe della storia”. Arrivati al termine dell’avventura potreste essere impossibilitati a procedere oltre e difficilmente troverete un motivo valido per ripartire da zero, nonostante il gioco ve ne offra senza dubbio la possibilità.

Nel complesso si tratta comunque di un’ottima avventura, grazie anche alla reintroduzione di qualche enigma divertente, assenti nel Caso Marcy, e dalla presenza di un’ambientazione insolita e più originale di quanto potreste immaginare.

Le ottime illustrazioni, ancora una volta con uno stile differente da quanto visto in precedenza, aiutano ad immedesimarsi nel mondo di gioco, riuscendo a strappare anche qualche sorriso inaspettato.

La Profezia dei Draghi è già disponibile da qualche giorno sul mercato, al prezzo di 24,99 €, completamente tradotta in italiano. Noi vi diamo appuntamento nell’antico Egitto, con la terza espansione italiana di TIME Stories, in uscita a fine mese, che s’intitolerà “Dietro la Maschera”!

guest
0 Commenti
Feedback in ordine
Vedi tutti i commenti
...e questo?
over the moon il fantastico mondo di lunaria netflix
Over the moon: il fantastico mondo di lunaria – Recensione del nuovo film animato Netflix